A1: 14fourteen è il nuovo sponsor tecnico della Elcos Broni

La Pallacanestro Femminile Broni 93 ha un nuovo sponsor tecnico, Fourteen, brand internazionale di abbigliamento sportivo. L’accordo, siglato nei giorni scorsi tra le due società, riguarda la fornitura dell’abbigliamento tecnico, leisure, training e merchandising per le prossime tre stagioni. Fourteen nasce nel 2011 e ha sede nella città di Ginevra (Svizzera), l’azienda giovane e dinamica ha nel suo portafoglio partnership con più di 100 club internazionali suddivisi in differenti discipline sportive. Il know how di Fourteen si basa sul connubio tra la precisione tipica svizzera e il design italiano, garantendo cosi i massimi livelli in ambito tecnico sportivo e l’eleganza e la vestibilità tipici dello stile italiano. Andrea Picciau, CEO Fourteen: "Questo nuovo accordo di partnership raggiunto con la PFBroni 93 è frutto di una visione condivisa tra noi e il management della squadra bronese, siamo certi che un adeguato supporto tecnico sportivo e l’apertura ai tifosi attraverso la creazione di una collezione di merchandising dedicata, porti ad un nuovo step in termini di rafforzamento dell’identità visiva della squadra". Gianluca Caraffini, dg PFBroni 93: "Tutto il nostro paese si identifica nella nostra squadra, la possibilità data da Fourteen ai nostri tifosi di poter accedere e vestire i capi ufficiali sarà di sicuro successo per il morale e il supporto sportivo". Attraverso il nuovo partner, tutti i tifosi bronesi avranno la possibilità di acquistare i prodotti indossati da atlete e tecnici e altri creati ad hoc per i tifosi. La collezione sarà disponibile per l’inizio del campionato all’interno del PalaBrera durante le partite interne della squadra e nello shop online ufficiale dell’azienda su www.14fourteen.com. (Venerdì 20 Luglio 2018)


A1: Anna Togliani, "Broni è una grande oppurtunità, la scelta più giusta per la mia crescita cestistica"

Anna Togliani, guardia tiratrice, nata il 26 maggio 1998, di Borgo Virgilio (Mantova), è l’ultimo innesto della Elcos Broni. È stata accolta dai tifosi nella sede di via Galilei. Ecco le sue prime parole ed impressioni da neo biancoverde: "Penso che quella di Broni sia una grande opportunità – dice la giovane Anna – e la scelta più giusta per la mia crescita cestistica". Per lei significa avvicinarsi ai parenti: "Sono abituata a stare lontano da casa, ma stare vicino alla famiglia fa sempre comodo e piacere". "La passione per il basket è iniziata quando avevo 8 anni assieme a mia sorella gemella (Giulia) perché abbiamo seguito le orme di nostro fratello maggiore che giocava anche lui, ma adesso ha smesso. Avevo fatto contemporaneamente anche lo sci, ma ad un certo punto ho dovuto fare una scelta, quindi ho optato per la palla. Sono due sport completamente differenti, forse il basket mi dava qualche stimolo in più, alla fine quindi l’ho scelto. Lo sci lo seguo ancora, ma ovviamente da quattro anni non lo pratico più". "Devo migliorare molto, soprattutto nel ruolo di playmaker – continua Anna – Ho già parlato anche con il coach. Vengo da una bella esperienza ed un ambiente come quello della Reyer che mi ha insegnato tanto e spero di poter mettere in pratica ciò che ho imparato e dare il mio contributo con una squadra senior". "Non conosco le mie nuove compagne, a parte Elena Castello, con cui ho condiviso molti anni alla Reyer e nelle nazionali, ma so che sono ottime giocatrici. Poi un coach giovane che potrà darci sicuramente qualcosa in più, più stimoli". Anna è reduce dallo sfortunato europeo under 20, chiuso al quarto posto: "C’è tanta amarezza, non è andato come speravamo, ma alla fine c’è sempre chi vince e chi perde. Comunque l’esperienza con la nazionale è sempre una cosa bellissima, indipendentemente dal risultato finale". I tifosi… "I Viking li conosco bene, se non ricordo male li ho visti per la prima volta tre stagioni fa nella partita di serie A2 a Pordenone. Un’altra spinta per venire a Broni". Adesso stacca la spina: "Tra qualche giorno vado in Sardegna con la famiglia, prendo un mesetto di ferie, ma non vedo l’ora di cominciare". Parola alla dirigenza: "Siamo impazienti per l’inizio della prossima stagione – spiega il vice presidente Gregory Marakis – La squadra è completa, la dirigenza è molto soddisfatta del lavoro del direttore sportivo Marco Mezzadra e del coach Alessandro Fontana, in merito alla scelta dei nuovi elementi del gruppo". "Appena terminata la passata stagione, abbiamo tracciato una linea sulla quale muoverci. – aggiunge il direttore sportivo Marco Mezzadra – Siamo riusciti a centrare tutti gli obiettivi che ci eravamo prefissati. Siamo contenti di portare Anna qui a Broni perché arriva da un settore giovanile, quello della Reyer Venezia, che è una garanzia di serietà e formazione tecnica di livello assoluto. Sono certo che saprà mostrare le sue qualità sul parquet". (Giovedì 19 Luglio 2018)


A1: Ufficiale, Anna Togliani completa il roster della nuova Elcos Broni

La Pallacanestro Femminile Broni 93, neo sponsorizzata dalla ELCOS s.r.l., chiude il cerchio. La società ha raggiunto l’accordo con Anna Togliani, guardia tiratrice, nata il 26 maggio 1998. Nell’ultima stagione Togliani si era divisa tra Umana Reyer Venezia e Sistema Rosa Pordenone: con le orogranata 25 presenze tra EuroCup e campionato con 7 minuti di media a partita, ben più consistente il minutaggio con Pordenone in serie A2 dove ha chiuso con 11 punti e 4 rimbalzi di media in 28 minuti a partita. Molto positiva anche la sua prova nel campionato under 20 con la maglia della Reyer: in tre incontri giocati 11,7 punti di media a partita e 4 rimbalzi. Vanta numerose presenze con le varie nazionali giovanili: proprio in questi giorni la partecipazione all’europeo under 20 a Sopron (in Ungheria), assieme ad Elena Castello. "Cercavamo un cambio giovane per lo spot di guardia – spiega coach Alessandro Fontana – Anna secondo me è un profilo interessantissimo. Ha alla spalle un lavoro importante fatto con la Reyer e con le nazionali giovanili, ha accumulato esperienza in allenamento, visto e vissuto tanto, si è confrontata con un livello sempre molto alto. Vogliamo che per lei questa sia la possibilità di mostrare in campo quello che ha imparato. Siamo convinti che abbia le caratteristiche tecniche ma anche di faccia tosta e freschezza che possano darci qualcosa in uscita dalla panchina. Può migliorare tantissimo, inserendo elementi di playmaking, per allargare il suo bagaglio tecnico. Ha grande energia e passione. L’ho vista dal vivo più volte, ultimamente a Caorle quando l’Italia ha giocato un’amichevole col Portogallo, prima della partenza per l’Ungheria: una grande umiltà e una gran voglia di emergere. Di base ha tutto quello che le serve per fare una buona stagione. Vogliamo che Broni diventi una tappa fondamentale del suo percorso; starà a noi e starà a lei far sì che ciò accada». La conferenza stampa di presentazione di Anna Togliani, aperta ai tifosi, si terrà mercoledì 18 luglio, alle ore 18.00, al PalaBrera. (Sabato 14 Luglio 2018)


A1: ELCOS s.r.l. è il nuovo main sponsor della PFBroni 93

ELCOS s.r.l., tra le principali aziende italiane produttrici di gruppi elettrogeni, è il nuovo main sponsor della Pallacanestro Femminile Broni 93 per la stagione 2018/2019. Ha sede a Grumello Cremonese, nella provincia di Cremona. Opera nel mercato italiano e mondiale da oltre trent'anni. La società inoltre, è attiva nel settore delle energie alternative ed in particolare del biocombustibile. Il suo posizionamento nel mercato globale è in costante rafforzamento. Grazie alla sua esperienza, reattività e continuo investimento in ricerca e sviluppo è in grado di approcciare nuovi mercati ed assicurare una continua crescita. ELCOS sostiene lo sport e soprattutto le realtà rosa: "Lo sport si fonda su valori condivisi, sulla competizione, sulle sfide e sulle emozioni di chi lo vive e lo segue, catalizza l’interesse del mondo intero superando le tradizionali barriere culturali e linguistiche. – spiegano da ELCOS srl - Lo sport unisce, coinvolge e trasferisce al brand i suoi valori e con questi i successi degli atleti e di tutti i componenti dello sport in generale". Con la nuova sponsorizzazione il marchio ELCOS girerà la Penisola sulle maglie delle nostre ragazze: "Siamo orgogliosi di contribuire a creare il valore del made in Italy. E di esportarlo nel mondo". (Mercoledì 11 Luglio 2018)


A1: Ufficiale, Nikolina Milic è la nuova pivot della PFBroni 93

La Pallacanestro Femminile Broni 93 è lieta di annunciare di aver raggiunto l’accordo con la pivot Nikolina Milic, terza straniera per la stagione 2018/2019. Nikolina è nata il 12 aprile 1994 a Trebigne, nella Repubblica Serba di Bosnia ed Erzegovina (Republika Srpska), una delle due entità della Bosnia ed Erzegovina, assieme alla Federazione di Bosnia ed Erzegovina. Vanta una lunga esperienza internazionale. Dopo aver debuttato con il Neimarstvo Trebigne e con il Borac Banja Luka (in Bosnia), passa al Radnicki Kragujevac (nella massima divisione serba), con cui gioca due stagioni e vince la coppa nazionale nel 2014. Mette a segno 14.3 punti di media nel primo campionato, e 16.7 nel secondo, quindi nel marzo 2014 passa al Radivoj Korac Beograd. Nell’estate dello stesso anno arriva in Italia, per indossare la maglia della Gesam Gas Lucca, qui trova Julie Wojta. La sua prima stagione nel nostro paese vede Nikolina mettere a referto 11.5 punti di media e 5.6 rimbalzi. L’anno seguente la sua miglior stagione al Cus Cagliari, con cui fattura 18.2 punti di media e 10 rimbalzi, con quasi il 60% al tiro. Infine il passaggio in Belgio al Royal Castors Braine (Top division), con cui conquista la coppa nazionale nel 2017 e due campionati nel 2017 e quest’anno; oltre a giocare in EuroCup (6 presenze) ed Eurolega (14 presenze). Vanta anche diverse presenze con le nazionali giovanili della Bosnia. Un innesto importante per coach Alessandro Fontana: "Cercavamo una giocatrice con caratteristiche diverse rispetto ai centri delle ultime due stagioni. – spiega il coach della PF Broni 93 – Riteniamo che Nikolina possa darci una grande mano con la sua presenza fisica e la sua abilità nel pitturato; corre il campo molto bene e potrà tornarci utile garantendoci la possibilità di cambiare faccia in base all’avversario. Il fatto che abbia già disputato due stagioni in Italia (Lucca e Cus Cagliari) con cifre importanti, rientra perfettamente nella nostra idea di costruire un roster che possa unire esperienza, affidabilità e continuità, in un campionato che ad oggi ha subito continue rivoluzioni e si appresta ad essere uno dei più competitivi degli ultimi anni". (Venerdì 6 Luglio 2018)

 

Nel video i saluti di Nikolina al Popolo Biancoverde...


A1: Broni, confermata la croata Nina Premasunac

Ufficiale, altra conferma importante per la nuova Broni di coach Alessandro Fontana che sta prendendo corpo per il prossimo campionato di serie A1. La società biancoverde comunica di aver rinnovato con l'ala/pivot croata Nina Premasunac per la prossima stagione 2018/2019. Nina, classe 1992, ha terminato il suo primo campionato a Broni con 8.1 punti di media in 23 partite giocate.

(Venerdì 29 Giugno 2018)

 

Nel video i saluti di Nina Premasunac ai tifosi biancoverdi dalla Croazia


A1: Valentina 'Micia' Gatti, "Rimanere a Broni è stata una scelta ovvia, ambiente stupendo"

"Una conferma ovvia", così il direttore generale Gianluca Caraffini commenta la conferma di Valentina 'Micia' Gatti. "Ha avuto un minutaggio che si è costruita con il lavoro e alla fine sono convinto che sarebbe potuta rimanere in campo 40 minuti per come stava giocando. – continua il dg della Pallacanestro Femminile Broni 93 - È stata la miglior sorpresa, non tanto per il fatto che ha giocato tanto e bene, questo lo sapevamo, ma perché all’inizio non era stata presa per essere il pivot titolare, ma doveva essere la sostituta di Chelsey Lee. Le circostanze hanno fatto sì che Valentina diventasse il centro titolare. Alla fine il suo infortunio nella gara contro Vigarano è stato l’ennesimo colpo subito, perché con lei avremmo potuto chiudere ancora meglio la stagione e puntare almeno al settimo posto, che credo avremmo meritato".
Ecco le parole di Valentina, alla seconda stagione in biancoverde.
Quali motivi ti hanno spinta a restare?
"È stata una scelta ovvia, ho trovato un ambiente bellissimo, circondata da persone fantastiche. Ho fatto sicuramente il mio anno migliore, da dicembre sapevo già che volevo rimanere qua".
Ti sei ripresa dall’infortunio (frattura al quarto raggio metacarpale della mano destra)?
"Sono passati tre mesi dall’intervento. Piano piano comincio ad avere più forza, direi che sono al 90 per cento, ci sono quasi e per l’avvio della prossima stagione sarò sicuramente pronta".
L’anno scorso hai disputato sicuramente una delle tue migliori stagioni. Cosa ti aspetti dalla prossima?
"Con coach Alessandro Fontana sto già lavorando sui fondamentali, in particolare nei movimenti spalle a canestro, in cui sono indubbiamente un po’ carente. Spero di fare meglio anche in quello, anche se ho 30 anni penso che un’atleta debba sempre migliorare e quindi mi auguro di fare ancora meglio dell’anno scorso".
Cosa pensi di coach Fontana?
"Alessandro è un coach giovane che conosce molto bene la pallacanestro, si aggiorna sempre di più e credo che possa dare un approccio più dinamico alla squadra, quindi credo che ci possa fare lavorare bene, anche perché siamo una squadra molto giovane. Io sono la vecchietta del gruppo".
Come giudichi la squadra?
"Avere confermato quasi l’80 per cento della squadra è sicuramente un punto a nostro favore, perché sappiamo già come ci muoviamo sul campo, questo ci può soltanto agevolare. Avendo già un organico che si conosce possiamo crescere ulteriormente".
Sicuramente conosci bene Laura Spreafico, tua conterranea…
"La conosco da tanti anni, veniamo dalla stessa zona. Anche se non ho mai avuto il piacere di giocarci insieme, è una ragazza d’oro fuori dal campo e ha un bel tiro. Sono felice di lavorare con lei".
Come giudichi il campionato, dopo la rivoluzione in atto nelle varie squadre?
"Sarà un campionato molto diverso, con diverse squadre allo stesso livello. Non credo che ci sarà più un netto divario tra le prime 3-4 e tutto il resto, ma si vedranno tante partite punto a punto. La squadra più forte, secondo me, sarà Ragusa".
Il basket è un vizio di famiglia… Con tuo fratello c’è rivalità o vi scambiate consigli?
"Abbiamo sei anni di differenza. Lui è andato via di casa presto, a 18-19 anni, io ne avevo 12. Devo ringraziarlo perché mi ha insegnato a tirare con la mano morbida. Magari bisticciamo per qualche partita, ma non parliamo di basket a casa, perché viviamo in palestra tutto il giorno". (Sabato 23 Giugno 2018)

A1: Broni, Valentina 'Micia' Gatti resta biancoverde

Ufficiale! Sesta conferma e settimo tassello per la nuova Broni targata coach Fontana, la società biancoverde rinnova con Valentina Micia Gatti anche per la prossima stagione 2018/2019. La pivot di Binago (CO), classe 1988, ha chiuso lo scorso campionato a Broni con 6.0 punti di media in 18 partite giocate. La conferenza stampa di ‘Micia’, aperta ai tifosi, è in programma venerdì 22 giugno alle ore 18.30 nella sede della società al PalaBrera. (Mercoledì 20 Giugno 2018)


U14: Le nostre ragazze protagoniste al Torneo Armana 3x3 di Tortona

Bravissime le nostre Alessandra Bollati, Martina Carbonella, Asia Mambretti e Camilla Belforti, che hanno partecipato al torneo 3x3 Armana a Tortona (AL), storica rassegna del basket locale che si è tenuta sabato 16 giugno. Le quattro under 13 della Pallacanestro Femminile Broni 93, unica squadra rosa dei due gironi under 14, hanno battuto anche i maschietti e sono arrivate fino alla semifinale, dove si sono arrese al Basket Alassio, poi vincitrice della manifestazione. Bisogna oltretutto considerare che hanno affrontato avversari più grandi di un anno e questo certifica ulteriormente il loro exploit. Una soddisfazione per la società e la conferma che la Broni Basketball Academy sta dando i suoi risultati. (Lunedì 18 Giugno 2018)


A1: Enrica Pavia, "Felice e orgogliosa di essere la capitana di questa squadra"

Cuore, grinta, passione, attaccamento alla maglia: Enrica Pavia è il capitano della Pallacanestro Femminile Broni 93 per la seconda stagione consecutiva. Nella sede di via Galilei si è tenuta la presentazione ai tifosi. La società non ha avuto dubbi sulla giocatrice siciliana: "Enrica ha dimostrato di essere il capitano di questa squadra anche quando guardava le partite dalla panchina per via dell’infortunio – spiega il direttore sportivo Marco Mezzadra – Quando è tornata sul parquet ha chiuso con 4.5 punti di media a partita, ma la cosa che ci ha più confortato è averla vista concludere l’annata in crescendo. Penso alle partite contro San Martino e quelle del Round of challenges. Ha sostituito in modo più che degno Julie Wojta e il suo apporto di esperienza è importantissimo".
Queste le parole di Enrica, che non vede l’ora di ricominciare.
Quella che sta per iniziare è la tua quinta stagione a Broni. L’Oltrepo può oramai considerarsi la tua seconda casa?
"Direi proprio di sì. Non tanto per gli anni, ma per quello che la gente mi ha fatto sentire da quando sono arrivata: l’affetto e il calore mi fanno dire che qui mi sento a casa. È un’emozione veramente bella. Penso poi al sostegno del pubblico durante i momenti più difficili della stagione, come l’infortunio. Non potrò dimenticare la partita contro Schio, quando sono rientrata sul parquet, e il pubblico mi ha dedicato un lunghissimo applauso".
È stato il momento più bello? O ce ne sono stati altri?
"No, c’è tanto altro. Quell’episodio coincide anche con la fase più brutta, perché venivo da un infortunio. Però non potrò mai dimenticare il momento in cui sono stata chiamata da coach Sacchi per entrare sul parquet e la gente ha iniziato ad applaudire, nonostante la partita andasse avanti. Mi viene ancora la pelle d’oca adesso. Poi l’anno della promozione, con Broni "trasferita" a Castel San Pietro, la coppa Italia in casa: il momento più bello della mia carriera".
Sarai ancora il capitano. Un ruolo speciale per una giocatrice. Quali sono le tue sensazioni?
"Ringrazio la società e l’allenatore per questo ruolo. Mi faccio carico delle responsabilità e di tutto quello che comporta. Sono felice e orgogliosa, perché siamo un bel gruppo, siamo attorniate da una società che crede in noi. Sono felice di continuare questo sogno con Broni".
Diciamo qualcosa sulla prima new entry, Spreafico. La conosci, che impressione ti ha fatto?
"È un’ottima giocatrice e la squadra deve esaltare le sue doti. Mi è capitato di vedere qualche suo allenamento quando giocava a Parma, è micidiale al tiro, se messa in striscia ha delle percentuali pazzesche. Poi ha un bagaglio di esperienza, ha giocato in squadre importanti. Infine è una ragazza tranquilla, in questo senso è stata fatta un’altra scelta giusta".
Secondo te Broni dove può arrivare?
"Abbiamo le carte in regola per fare bene. Dobbiamo raggiungere gli obiettivi, abbiamo le idee chiare su come questa squadra si dovrà esprimere. Da agosto lavoreremo duro".
Ti sei scusata con i tifosi perché non hai potuto partecipare al Viking day. Quanto contano e conteranno i tifosi per te e le tue compagne?
"Sono i numeri uno del campionato italiano, sfido a trovare altre realtà come questa, perché ci sono sempre. Mi viene già la pelle d’oca su cosa possa accadere a Torino per l’opening day: se erano così tanti a Ragusa, chissà a Torino. Mi sono scusata di non poter andare alla loro festa, perché ci tenevo a portare il saluto dell’intera squadra". (Sabato 16 Giugno 2018)

A1: Si rinnova per il quinto anno l'asse Broni-Pavia

Ufficiale! Sesto importante tassello per la Pallacanestro Femminile Broni 93 in vista della prossima stagione di serie A1 2018/2019, la capitana Enrica Pavia viene confermata per il quinto anno consecutivo in maglia biancoverde. La guardia siciliana di Marsala (TP), classe 1989, ha chiuso il campionato scorso con 4.5 punti di media in 15 partite giocate. La conferenza stampa di Enrica, aperta ai tifosi, è in programma venerdì 15 giugno alle ore 18.30 nella sede della società al PalaBrera. (Mercoledì 13 Giugno 2018)


A1: Spreafico, "Broni non ha nulla da invidiare alle altre piazze"

Nella sede della Pallacanestro Femminile Broni 93, si è tenuta la presentazione di Laura Spreafico, ala di 26 anni. A fare gli onori di casa il direttore sportivo Marco Mezzadra: "Il profilo della giocatrice è assolutamente importante – spiega – appena saputo che c’era la possibilità di portarla a Broni non ci abbiamo pensato due volte. Per noi è una pedina importante, non vogliamo caricarla da subito di tutte le responsabilità, perché vanno ripartite su tutta la squadra, ma siamo convinti di aver preso una persona e una giocatrice validissima". Laura si è subito detta entusiasta: "Mi sono trovata in sintonia con le idee di pallacanestro di coach Alessandro Fontana che rispecchiano molto le mie. Poi l’ambiente di una società piccola e giovane nella categoria, con l’intento però di migliorare anno dopo anno, sia sul campo che a livello societario". Parole di stima dunque per il mondo biancoverde: "Cerco sempre nuovi stimoli e possibilità di migliorarmi, imparare sempre qualcosa. Broni è piccola però non ha nulla da invidiare alle società più importanti, dunque è l’ideale per crescere". Conosci già qualcuna delle tue nuove compagne o membro dello staff? "Membro dello staff sicuramente. È Francesca Zara, con cui ho avuto l’onore di giocare insieme a Parma tre stagioni fa. Lei sarà un punto di riferimento per i primi giorni, le prime settimane". Quale giocatrice di Broni ti ha impressionata di più l’anno scorso? "Penso a Julie Wojta. L’apprezzo molto come giocatrice: lavora tanto, vuole migliorare sempre, poi è "silenziosa", fa tante cose che nelle statistiche non si vedono, ma bilancia al meglio la squadra ". Quali sono i tuoi punti di forza? "Privilegio molto la difesa, preferisco far fare al mio avversario due punti in meno, anziché segnarne quattro io. Una delle mie caratteristiche offensive è il tiro dall’arco, da tre punti". Laura guarda al domani: "Broni può essere la mina vagante che può dare fastidio a parecchie squadre. I playoff penso che siano alla nostra portata. Sarà il lavoro quotidiano a dare i frutti". Infine sul raduno della nazionale della prossima settimana: "Chiaramente sono felice perché la nazionale è sempre la massima aspirazione per una giocatrice. Lavorerò per questi tre giorni e vedrò. Inoltre troverò Zara, quindi sarà una bella esperienza". (Sabato 9 Giugno 2018)


A1: Ufficiale, Laura Spreafico è una nuova giocatrice della PFBroni 93

Laura Spreafico è il primo innesto della Pallacanestro Femminile Broni 93. Spreafico da Asso (Como), ala di 26 anni (ne compirà 27 il prossimo 19 giugno) di 181 centimetri, ha giocato nelle ultime due stagioni con la Passalacqua Ragusa, con cui qualche settimana fa ha disputato la finale scudetto contro la Famila Schio, persa solo a gara 5, al termine di una serie emozionante. Tra le sue armi migliori sicuramente il tiro dalla distanza, visto che nell’ultimo campionato ha fatto registrare il 32% nelle conclusioni dai 6 metri e 75 in 15.8 minuti medi di utilizzo. Vanta una lunga esperienza in squadre storiche del basket femminile italiano. Dopo sei stagioni alla Pool Comense (dal 2006 al 2012), approda prima a Lucca poi alla Famila Schio, con cui conquista una Supercoppa nazionale (2013), due scudetti (2014 e 2015) e altrettante coppa Italia (2014, 2015), quindi il passaggio alla Lavezzini Parma (una stagione), e l’arrivo a Ragusa, dove disputata anche 12 partite di Eurocup. Nel suo curriculum conta la partecipazione agli europei under 20 nel 2010 e 2011, agli europei under 18 nel 2009; mentre con la nazionale maggiore ha partecipato alle qualificazioni per i tornei continentali del 2013 e 2015. Proprio nei giorni scorsi è stata convocata da coach Marco Crespi per il raduno che si terrà a Parma dal 14 al 17 giugno. Queste le parole di coach Alessandro Fontana sul nuovo acquisto: "Nel momento in cui mi sono ritrovato nella difficile condizione di dover pensare a come sostituire Ash (Ashley Ravelli), il primo nome che ho fatto al ds Marco Mezzadra è stato quello di Laura. Mi sono confrontato anche con Zara, visto che l’ha avuta come compagna a Parma e ho avuto solo riscontri molto positivi. Siamo convinti che sia il profilo perfetto per Broni: 27 anni (tra un paio di settimane), tanta esperienza di A1, ambizione e voglia di rimettersi in gioco al centro di un progetto che la vede sicuramente come un tassello fondamentale per le sue caratteristiche che sono quelle che servono a questo gruppo: tiratrice dal rilascio di palla molto veloce in uscita dai blocchi e da scarico, uno contro uno, può portar palla e difensivamente per qualità fisiche e tecniche può difendere su più ruoli. Umile, ma determinata a dimostrare e a dimostrarsi ancora tanto. Sono davvero contento che abbia accettato la nostra sfida; credo abbia ancora margini di miglioramento, il che rende ancora tutto più stimolante e sono sicuro che farà divertire i tifosi". La conferenza stampa di Laura, aperta ai tifosi, è in programma sabato 9 giugno alle ore 11.00 nella sede della società al PalaBrera. (Mercoledì 6 Giugno 2018)


A1 Broni: Bonasia, "Lavorerò duramente per ottenere il massimo risultato"

Valentina Bonasia è la quarta conferma della Pallacanestro Femminile Broni 93. Nella sede di via Galilei la presentazione ufficiale. Il direttore generale Gianluca Caraffini ha aperto la serata: "Io sono contentissimo di questo rinnovo. Tra tante era quella che meritava maggiormente, perché Valentina l’anno scorso è stata bersagliata dagli infortuni che avrebbero potuto fiaccare chiunque: prima non ha iniziato la stagione con le compagne, e quando era pronta ha avuto un altro problema alla mano. Eppure quando è scesa in campo ha dimostrato quanto fosse importante all’interno del gruppo. Dunque siamo stati subito dell’idea di chiederle di rinnovare il contratto e siamo ben contenti che abbia accettato e possa partire subito senza intoppi. Mi auguro di vederla in campo per tutte le partite". "Ringrazio Gianluca delle belle parole – replica Valentina - Credo che Broni sia una realtà davvero interessante sotto diversi aspetti, a cominciare dallo staff tecnico che è sempre pronto a migliorare, così come lo staff medico. In secondo luogo, nel passato campionato siamo riuscite a creare un gruppo molto affiatato, anche al di fuori del campo, è un altro fattore importante. A Broni poi si vive serenamente, tranquillamente. Sono i presupposti per fare un’ottima stagione e sono contenta che la società abbia deciso di rinnovare il mio contratto". Parole di stima per coach Alessandro Fontana: "Con Ale ho avuto modo di lavorare molto nelle sedute individuali. Personalmente penso che lui abbia tutte le carte in regola per poter essere capo allenatore di una squadra di serie A1. Sono convinta anche che, con il suo modo di lavorare e per la passione con cui fa pallacanestro, otterrà degli ottimi risultati". Invece Valentina Bonasia cosa si aspetta dalla prossima stagione? "Per me lo scorso anno non è stato semplicissimo per alcuni infortuni iniziali, così non sono riuscita ad esprimermi al massimo come avrei voluto. Quindi lavorerò duramente in modo tale da potermi mettere maggiormente a disposizione della squadra, per aiutare le compagne ad ottenere il miglior risultato possibile". Infine la società si complimenta con Valentina per la fresca laurea in scienze motorie e l’attende al raduno di agosto. (Domenica 3 Giugno 2018)


A1: Broni, confermata Valentina Bonasia

Ufficiale! Quarto tassello per la Pallacanestro Femminile Broni 93, Valentina Bonasia viene confermata in maglia biancoverde anche per la prossima stagione di serie A1 2018/2019. La play abruzzese, classe 1994, ha chiuso il campionato scorso con 5.5 punti di media in 19 partite giocate. La conferenza stampa di Valentina, aperta ai tifosi, è in programma venerdì 1 giugno alle ore 18.30 nella sede della società al PalaBrera di via Galileo Galilei. (Mercoledì 30 Maggio 2018)


Nazionale: Francesca Zara assistente di coach Crespi, Giulia Moroni riserva.

Dal 14 al 17 giugno si ritrova a Parma la Nazionale femminile. Sette saranno gli allenamenti diretti da coach Marco Crespi che sarà affiancato anche dalla nostra Francesca Zara, all’esordio nel ruolo di assistente allenatore della Nazionale dopo i tanti anni vissuti in campo con la maglia azzurra (124 partite, 1018 punti). Tra le giocatrici a disposizione, come riserve, figura la playmaker Giulia Moroni. Una doppia soddisfazione per la nostra società che si complimenta con Francesca e Giulia per questa convocazione. (Martedì 29 Maggio 2018)


A1: Castello, "Adesso una medaglia con la Nazionale U20... poi Broni".

Elena Castello da Malo (Vicenza) è la terza conferma della Pallacanestro Femminile Broni 93 per la stagione 2018/2019. Dal 7 al 15 luglio prossimi sarà in Ungheria con la nazionale under 20 per l’europeo di categoria. "Il 5 giugno sarò in raduno a Caorle, - spiega Elena – per preparare questo appuntamento. Sarà la mia ultima esperienza a livello giovanile, dunque la vivrò con molta curiosità e anche con amarezza, proprio perché è l’ultimo anno. Non vedo l’ora di iniziare. Sono una delle giocatrici più esperte, avendo disputato quattro europei e un mondiale, spero di avere un ruolo importante nella squadra. Vorrei vincere una medaglia, perché mi manca". Poi sarà a completa disposizione di coach Alessandro Fontana: "Ho accettato di restare a Broni perché ho capito che c’era da parte della società la volontà di confermarmi in questo nuovo progetto. Oltretutto mi sono trovata benissimo con gli allenatori, i dirigenti, con tutte le persone che fanno parte della società. La città anche se è piccola esprime tanto tifo, le persone che ci seguono sono tante. Insomma mi sono trovata proprio bene". Castello è cresciuta e spera di fare sempre meglio: "Sicuramente ho molta più esperienza perché venivo dalla giovanile. Ho imparato tante cose tecniche sia in allenamento che per quanto riguarda la parte mentale: ho capito che, a prescindere dai risultati e dai momenti negativi della stagione, bisogna lavorare sempre duro e nonostante sia ancora "piccola" posso dare un contributo alla squadra". Guarda con fiducia alla prossima stagione: "L’anno scorso era una bellissima squadra, lo sarà anche quest’anno sicuramente". Durante la conferenza stampa il ds Marco Mezzadra ha fatto il punto del mercato: "Siamo partiti con delle idee ben precise, assieme al dg Gianluca Caraffini e al coach Alessandro Fontana, su quella che era la struttura da dare alla nuova squadra. Siamo consci di essere riusciti a formare un gruppo importante. La scelta di confermare Elena è stata immediata perché crediamo molto nel suo sviluppo tecnico. Nella passata stagione ha avuto la possibilità di mettersi in luce, è chiaro che ha pagato un po’ dazio per aver sempre giocato in formazioni giovanili o di categoria inferiore. Però dal punto di vista sia tecnico che umano siamo molto contenti della nostra scelta". (Sabato 26 Maggio 2018)

A1: Elena Castello resta biancoverde

Ufficiale! Confermata Elena Castello, l'ala/pivot vicentina, classe 1998, vestirà la maglia biancoverde anche nella prossima stagione di serie A1 2018/2019. Ha chiuso il suo primo campionato a Broni con una media 3.3 punti in 24 partite giocate. La conferenza stampa di Elena, aperta ai tifosi, è in programma venerdì 25 maggio alle ore 18.30 nella sede della società al PalaBrera di via Galileo Galilei. (Mercoledì 23 Maggio 2018)


A1: Wojta, "Felice di restare a Broni"

Nella sede di via Galileo Galilei, si è tenuta la conferenza stampa di presentazione di Julie Wojta, importante conferma della Pallacanestro Femminile Broni 93: l’ala – guardia americana si è perfettamente ripresa dall’infortunio al gomito. A fare gli onori di casa, il direttore generale Gianluca Caraffini e coach Alessandro Fontana; mentre la giovane Siria Costa ha aiutato nella traduzione. «Sono molto contento ed orgoglioso di questa conferma. Il lavoro di coach Alessandro Fontana e del direttore sportivo Marco Mezzadra – spiega il direttore generale Gianluca Caraffini – ha fatto sì che Julie Wojta abbia deciso di rimanere qui a Broni. È una pedina fondamentale della nostra squadra, la è stata per tutta la passata stagione fino al momento dell’infortunio. Era stata inserita nel miglior quintetto del campionato, dunque per noi è importantissimo abbia accettato di restare per il prossimo campionato in cui, sono convinto, sarà ancora più faro per questa squadra nel tentativo di migliorarci ulteriormente». La parola è passata poi alla protagonista: «Ho appena fatto l’ultima visita medica, il dottore mi ha detto che va tutto bene, sia il gomito che il polso. Mi ha confermato che posso iniziare a lavorare normalmente da subito». Julie non ha dubbi sulla sua scelta: «A Broni sto bene, mi piacciono le persone, l’ambiente. Oltre a questo perché abbiamo uno staff medico validissimo e Fisio Sport, in particolare la preparatrice atletica Francesca Zara, che conosce molto bene il gioco ed è in grado di seguirci passo dopo passo e darci consigli. Poi credo molto nel coach Alessandro Fontana». La 29enne di Francis Creek guarda già alla prossima stagione, ma adesso tornerà a casa: «Sono consapevole del fatto che qui il mio ruolo è importante, ma sono convinta che tutto dipenda dalla squadra, come lavora insieme per raggiungere gli obiettivi. Adesso tornerò a casa, ma continuerò ad allenarmi, a giocare a basket, anche questo è importante perché bisogna tenersi in forma e preparati» (Sabato 19 Maggio 2018)


A1: Broni, confermata Julie Wojta in maglia biancoverde

Ufficiale! Importante conferma per la Pallacanestro Femminile Broni 93, Julie Wojta vestirà la maglia biancoverde anche nella prossima stagione 2018/2019. La guardia americana, classe 1989, ha chiuso il suo primo anno a Broni con una media 13.7 punti in 35 minuti giocati. La conferenza stampa di Julie, aperta ai tifosi, è in programma venerdì 18 maggio alle ore 18.00 nella sede della società al PalaBrera di via Galileo Galilei. (Mercoledì 16 Maggio 2018)


A1: Broni riparte da Giulia Moroni

Ufficiale, la Pallacanestro Femminile Broni 93 riparte da Giulia Moroni. La playmaker marchigiana è il primo tassello della nuova squadra di coach Fontana.
La conferenza stampa di presentazione, aperta ai tifosi, è in programma sabato 12 maggio alle ore 11.00 nella sede della società al PalaBrera di via Galileo Galilei. (Mercoledì 9 Maggio 2018)