A1 Gu2to Cup: Broni sconfitta al Taliercio dala Reyer

REYER VENEZIA-BRONI 68-52 (21-18 ; 11-2 ; 22-16 ; 14-16)
REYER: Micovic 2, Bestagno 18, Carangelo 4, Kacerik 3, Williams 11, De Pretto 2, Sandri 3, Ruzickova 8, Dotto 6, Madera ne, Togliani ne, Walker 11. All. Liberalotto
BRONI: Moroni 2, Pavia ne, Wojta 11, Strozzi ne, Ravelli 3, Castello 8, Premasunac 12, Fusari, Gatti 5, Lee 11. All. Sacchi
Note: tiri liberi Venezia 9/10 ; Broni14/17
STATISTICHE PARTITA -Clicca Qui-

Terza sconfitta consecutiva per la PFBroni nella quarta giornata di andata della Gu2to Cup di A1. La Reyer Venezia si conferma capolista a punteggio pieno e serie candidata al titolo finale. Sicuramente dopo la brutta sconfitta subita domenica scorsa la squadra di coach Sacchi ha reagito dando risposte concrete sia in difesa che in attacco, soprattutto in vista della sfida della prossima settimana al PalaBrera contro Battipaglia. Al Taliercio Broni si presenta ancora priva di Bonasia e Pavia, mentre la Reyer dopo l’arrivo di Williams è al completo. Il primo quarto viaggia a punto a punto, partita piacevole con le padrone di casa che allungano nel finale sul 21-18, bene la ex orogranata Castello che non patisce l’emozione e sfodera una prestazione convincente. Il secondo quarto si apre con un bel canestro di Gatti del meno 1 (21-20), non si segna da ambo le parti fino al 17’, poi Venezia alza l’intensità e allunga decisamente trovando canestri importanti con Dotto e Ruzickova. Si arriva all’intervallo lungo su 32-20. Dopo la pausa Premasunac e Lee riportano le biancoverdi sul meno 5 (32-27), ma subito c’è ancora l’allungo della Reyer che si riporta sul più 12. La sfida prosegue con questo distacco fino alle battute finali quando una tripla di Kacerik fissa il punteggio sul 68-52. “Se prendiamo ogni singolo quarto – spiega il dg Gianluca Caraffini – abbiamo giocato alla pari per 6-7 minuti, poi cala l’intensità e Venezia ne ha sempre approfittato perché dispone di un roster molto profondo e di grande qualità. Dobbiamo ripartire dalle buone cose viste in campo al Taliercio, le prossime due partite in casa saranno fondamentali, anche se per mille motivi non saranno semplici. Battipaglia arriverà a Broni non avendo quasi nulla da perdere, poi San Martino Lupari che non è una squadra semplice. Speriamo che la sfortuna abbia finito di arrivarci addosso e di poter finalmente giocare al meglio. Comunque stasera ho visto in campo voglia e determinazione”. (Lunedì 23 Ottobre 2017)

A1: Broni a Venezia alla ricerca di un difficile, ma possibile, riscatto

La sfida che Broni dovrà affrontare sul parquet del Taliercio domenica questa non è per nulla semplice. Le ragazze di coach Sacchi per la 4' giornata della Gu2to Cup di A1 dovranno infatti scontrarsi con la capolista della stagione, la Reyer Venezia, che con un bel “ tre su tre” si è imposta in tutte le sfide giocate, prima su Vigarano e poi su squadre di più alta caratura come Napoli e Schio. Al contrario, le nostre biancoverdi dovranno cercare di riscattare la pesante sconfitta subita settimana scorsa in casa contro la stessa Vigarano, il cui punteggio finale ha lasciato l’amaro in bocca sia alla società che ai suoi tifosi. Completamente recuperata Ravelli, le bronesi dovranno scendere in campo con non poca grinta, per poter fermare la corsa della squadra di coach Liberalotto, costruita riconfermando la maggior parte delle giocatrici dell’anno passato. A Dotto, Carangelo e Mikovic sono state aggiunte Bestagno, De Pretto, che nella sua carriera vanta una stagione a Broni in A2, e la giovane ma talentuosa Martina Kacerik. Un roster di alto livello, completato poi dalla guardia Williams, da poco rientrata dalle finali WNBA, e dalle lunghe Ruzickova e Walker, che molto hanno dato nella passata stagione. "Contro Vigarano è stata una partita storta - spiega l'ala ex Reyer Elena Castello -, in settimana abbiamo lavorato molto sulla difesa perché bisogna contenere l'attacco di Venezia, che ritengo sia una delle principali candidate al titolo. Sicuramente tutto parte dalla loro difesa, come l'anno scorso è una squadra con un forte carattere difensivo e da li parte per costruire l'attacco in cui ha giocatrici importanti. Dopo quattro anni - conclude Elena - sarà strano trovarmi li da avversaria, però al contempo emozionante. Adesso sono a Broni e penso a fare bene con la mia squadra". Appuntamento al Taliercio domenica alle ore 18.00, arbitreranno Salvatore Nuara di Selvazzano Dentro (PD), Marco Marton di Conegliano (TV) e Paolo Puccini di Genova. (Venerdì 20 Ottobre 2017)

A1 Gu2to Cup: Broni, al Brera scende in campo solo Vigarano

BRONI-VIGARANO 52-83 (20-40 ; 11-8 ; 10-20 ; 11-15)
BRONI: Moroni 10, Wojta 5, Ravelli 6, Castello 7, Premasunac 4, Fusari, Gatti 3, Lee 17, Costa ne, Baldan ne, Corbellini ne, Pavia ne. All. Sacchi
VIGARANO: Ferraro, Armstrong 19, Gilli 1, Reggiani 10, Cupido 10, Cigliani, Natali 2, Bagnara 6, Bove 4, Zempare 6, Samuelson 25, Vanin ne, Gianesini ne. All. Andreoli
Note: Tiri Liberi Broni 8/14 ; Vigarano 5/8
STATISTICHE PARTITA -Clicca Qui-
Un disastroso primo quarto (20-40) condanna Broni ad una bruttissima sconfitta al PalaBrera nella terza giornata della serie A1 Gu2to Cup. Un ko che pesa perché arriva contro un avversario che, almeno sulla carta, veniva indicato nella medesima fascia delle biancoverdi. Anche se il quintetto ospite aveva fatto patire sia Venezia che Torino. Vigarano nel primo quarto riesce a passare praticamente ovunque e le sue tiratrici colpiscono a raffica, Samuelson 4 su 5 da tre punti. Il canestro iniziale di Premasunac, che regala il momentaneo 2-0, è solo un’illusione, perché da quel momento in campo si vede una sola squadra, che gioca con una fluidità ed una facilità impressionante. Partita segnata, un lampo di orgoglio arriva nel terzo quarto quando Ravelli infila una tripla del meno 14 ma niente di più, le ospiti continuano a trovare facilmente canestro e senza sussulti si arriva alla sirena finale. Unico vincitore è il pubblico del Brera, ennesimo sold out di questi anni, e la splendida coreografia Vikinga esposta dopo la presentazione delle squadre. “Dopo sei mesi rientrare qui a giocare una partita e offrire una prestazione del genere non è una bella cosa – commenta coach Roberto Sacchi -. Siamo passati dal più 12 contro Lucca campione d’Italia al meno 30 di stasera contro Vigarano, adesso è troppo presto per parlare alle ragazze, ci ragioneremo, penseremo e poi vedremo cosa fare per svoltare e come approcciare la settimana che ci porta alla sfida con Venezia. Comunque mi assumo tutte le responsabilità – continua Sacchi -, perché se una squadra scende in campo così in casa è giusto che mi prenda le mie responsabilità. Il campionato non finisce adesso. Avevo detto alle ragazze di non esaltarsi dopo la vittoria con Lucca, non dobbiamo certamente demoralizzarci adesso, dobbiamo mettere giù la testa e lavorare con serenità in vista delle prossime partite”. (Lunedì 16 Ottobre 2017)

A1 Gu2to Cup: Domenica il grande ritorno al Brera, in scena Broni-Vigarano

L’attesa è finita, domenica gli spalti del Brera torneranno a riempirsi e a colorarsi di biancoverde. La PFBroni 93 finalmente torna a giocare in casa, cercando di difendere il suo parquet dal primo avversario della stagione, la Meccanica Nova Vigarano. Squadra di media classifica nello scorso campionato, il roster di coach Andreoli ha subito variazioni decisamente importanti. Uniche certezze rimangono Reggiani, Cigliani e la giovane Ferraro. Il resto è tutta una nuova storia. Da Venezia “Beba” Bagnara, dall’A2 Giulia Vanin, ex Broni nella stagione della promozione in serie A, ed Emilia Bove, oramai pienamente recuperata dal brutto infortunio subito con Umbertide nella passata stagione. Nuovi sono anche gli innesti stranieri: Karlie Samuelson (16,5 punti di media nelle prime due uscite), la guardia/ala con passaporto inglese è pericolosissima dai 6,75 e vanta ottime percentuali al tiro in ogni posizione, solo un infortunio alla caviglia l'ha costretta a dare forfait al Training Camp WNBA con le Los Angeles Sparks. A far buona guardia sotto canestro l’ala/pivot Amstrong, che ha avuto esperienze in Brasile, Israele, Polonia e Spagna, e la ghanese Batabe Zempare (15 punti di media), dotata di notevoli mezzi atletici che le permettono di garantire nel pitturato fisicità e presenza. L'appuntamento è quello delle ore 18.00, lo spettacolo è assicurato anche dalla diretta TV di Sportitalia, arbitreranno Gabriele Gagno di Spresiano (TV), Sebastiano Tarascio di Priolo Gargallo (SR) e Rebecca Di Marco di Milano. "Finalmente torniamo a casa - dice coach Roberto 'Cico' Sacchi -, dopo due partite in esterna come l'anno scorso, l'ultima partita casalinga l'abbiamo giocata ad aprile. Non vediamo l'ora di giocare al PalaBrera, tra l'altro contro Vigarano, una squadra della nostra fascia che la settimana scorsa ha battuto Torino, quindi una sfida importante. Domenica avremo bisogno della spinta del Popolo Biancoverde che sicuramente non mancherà". (Venerdì 13 Ottobre 2017)

A1 Gu2to Cup: Broni esce sconfitta dal PalaMinardi contro Ragusa

RAGUSA-BRONI 70-56 (19-14 ; 18-14 ; 10-12 ; 23-16)
RAGUSA: Consolini 12, Gorini 14, Valerio, Formica 4, Stroscio, Rimi ne, Miccoli, Soli 3, Bongiorno ne, Hamby 14, Kuster 13, Ndour Gueye 10. All. Recupido
BRONI: Moroni 13, Pavia ne, Wojta 4, Ravelli 5, Castello 7, Baldan ne, Premasunac 5, Fusari, Gatti 4, Lee 18. All. Sacchi
Note: tiri liberi Ragusa 17/19 ; Broni 5/7
STATISTICHE PARTITA  -Clicca Qui-

Non riesce l’impresa della PFBroni 93 di tornare dalla Sicilia con altri due punti dopo la vittoria all’Opening Day. Le biancoverdi escono sconfitte dal PalaMinardi restando in partita per più di tre quarti, alla fine c’è la convizione che con più di precisione in certi momenti si poteva portare a casa il risultato. Meritata comunque la vittoria delle padrone di casa. Broni scende in campo priva della play Bonasia per un infortunio al dito e con Ravelli a mezzo servizio per un infiammazione al tendine di achille. Dall’altra parte Ragusa mette in mostra la sua nuova pedina arrivata in settimana, l’americana Hamby, in grado di dare cm e punti. Nei primi due quarti è un tira e molla, le oltrepadane arrivano a meno due (21-19) al 14’, ma le padrone di casa piazzano subito un contro break. E’ il filo conduttore della partita, che viaggia sempre sugli allunghi di Ragusa e sui tentativi di rimonta di Broni, che vengono in qualche modo defitivamente annullati all’inizio dell’ultimo quarto, quando arriva un parziale di 7-0. La sfida oramai è decisa, ma le biancoverdi tentano di accorciare con Lee che ginganteccia sotto canestro, alla fine risulterà la top scorer con 18 punti. Ora inizia la settimana dell’esordio casalingo al PalaBrera con Vigarano in diretta tv SportItalia, in palio due punti fondamentali per la classifica. (Lun. 9 Ottobre 2017)

A1 Gu2to Cup: Broni, domenica il ritorno delle biancoverdi al PalaMinardi

Domenica si torna a Ragusa. A distanza di una settimana dalla prima di campionato, giocata e vinta dalle biancoverdi di coach Sacchi proprio sul campo siciliano contro Lucca, Broni è pronta a tornare nell’isola per sfidare la formazione di casa. Reduci dalla sconfitta subita contro Torino all'Opening Day, le siciliane approdano al weekend dopo una settimana per niente facile, che ha visto anche le dimissioni dello stesso presidente Passalacqua. Unica certezza rimasta in questa nuova annata cestistica è il gruppo delle italiane riconfermate nel roster da coach Recupido: il talento di giocatrici come Gorini, Valerio, Formica, Consolini e Spreafico va quindi a sommarsi a quello della spagnola Astou Ndour, già impiegata lo scorso anno, e a quello delle nuove arrivate Maria Miccoli, ex giocatrice di Lucca, e della nostra ex Agnese Soli, play che al PalaBrera ha sempre fatto la differenza nelle due passate stagioni. I nuovi innesti provenienti da oltreoceano, Jessika Kuster e Dearica Hamby, arrivata proprio in settimana, renderanno sicuramente arduo lo scontro tra le due formazioni biancoverdi. Appuntamento quindi alle 18:00 al PalaMinardi, sperando che il parquet già espugnato nella prima di campionato ci porti fortuna e ci permetta di conquistare due punti fondamentali sia sul piano della classifica che sul piano del morale. Arbitreranno Giacomo Dori di Mirano (VE), Giulia Sartori di Arsiè (BL) e Claudia Ferrara di Ferrara. (Venerdì 6 Ottobre 2017)

Complimenti Ceci!

Italiana ma soprattutto BRONESE! Congratulazioni a Cecilia Zandalasini per la conquista del titolo WNBA con le Minnesota Lynx.

Ci vediamo il 3 dicembre al Brera Ceci...

Esordio da urlo per Broni, batte Lucca campione d’Italia all’Opening Day di A1

BRONI-LUCCA 67-55 (18-10 ; 11-13 ; 15-16 ; 23-16)
BRONI: Moroni 7, Wojta 26, Ravelli 11, Castello 1, Premasunac 8, Fusari 3, Gatti 4, Lee 7 (1/5), Costa ne, Pavia ne, Strozzi ne, Baldan ne. All. Sacchi
LUCCA: Melchiori 4, Battisodo 20, Tognalini 2, Drammeh 3, Roberts 10, Crippa 7, Brunetti 2, Udodenko 7, Nicolodi, Salvestrini ne. All. Barbiero
Note: tiri liberi Broni 20/25 ; Lucca 10/16
STATISTICHE PARTITA -Clicca Qui-
Un anno dopo lo storico esordio vincente all’Opening Day, Broni ci prende gusto e si ripete in quello di Ragusa battendo la Gesam Gas&Luce Lucca campione d’Italia. Un partita da incorniciare, ben giocata quella del PalaMinardi da parte delle biancoverdi, ottima la prestazione dell’americana Wojta che ne firma 26 a referto. Alla fine è festa con tutta la squadra sotto il settore dedicato ai Viking, giunti in una cinquantina in Sicilia a sostenere le ragazze per questa prima di campionato.
LA PARTITA. Broni sempre avanti e anche quando la Gesam Gas è tornata a stretto contatto non ha mai mollato, rimanendo concentrata fino alla sirena finale. Nel primo tempo l’ago della bilancia lo fa Lee, quando l’americana riesce a muoversi sotto canestro e girarsi difficilmente sbaglia, recupera extra possessi e rimbalzi, data la stazza, subisce molti falli. Dall’altra parte Lucca, scesa fino al meno 13 (18-5), si affida in particolare all’estro e all’esperienza di Crippa che le riporta sul 25-23. Le biancoverdi reggono comunque in difesa, con una Premasunac gravata di falli in panchina, è Wojta a prendersi sulle spalle l’attacco segnando i canestri che permettono a Broni di rimanere davanti alla fine del primo tempo (29-23), un distacco che viene ribaltato anche dopo la pausa lunga. Lucca, in cui giganteggia Battisodo, si porta in vantaggio per la seconda volta (dopo il 2-0 iniziale), mentre Broni non trova il canestro per quasi cinque minuti finchè è ancora Wojta ad infilare la retina. Poi tra il terzo e quarto periodo tre triple (Fusari, Ravelli e Moroni), il solito canestro di classe di Wojta danno alle biancoverdi ancora il più 12 (51-39). Lucca non ci sta e alza l’intensità in difesa per recuperare palloni, si arriva nel finale con un vantaggio di 8-10 punti. Le biancorosse sono costrette al fallo sistematico per fermare il cronometro, Wojta e Premasunac mettono la parola fine con i liberi alla partita. “Volevamo partire forti - spiega Ashley Ravelli -. Abbiamo messo in campo tutto, le rotazioni sono corte, ma non abbiamo mollato un secondo. E’ una bella inizione di fiducia per noi, speriamo bene per le prossime partite. Abbiamo avuto qualche momento di difficoltà, ma ci siamo sempre riprese. Lucca è una squadra di esperienza, ma noi non abbiamo mollato un solo secondo e questo è il risultato che è arrivato, un risultato fondamentale. Abbiamo regalato una bellissima soddisfazione ai nostri tifosi che si sono sobbarcati tantissimi chilometri e sono venuti fin qui a Ragusa per incitarci, sono veramente il nostro sesto uomo in campo. Siamo felicissime di aver potuto vincere anche per loro, soddisfazione doppia”. (Lun. 2 Ottobre 2017)

Broni-Lucca: l'attesa è finita, si alzi il sipario sulla nuova stagione

Pronti, partenza, via! Domenica ore 14:00, in quel di Ragusa, città che ospita il XVI Opening Day, una nuova Broni scenderà in campo contro Lucca, squadra campione d’Italia della passata stagione. Completamente rinnovata rispetto allo scorso anno, la squadra di coach Cico Sacchi affronterà il nuovo campionato presentando volti nuovi, a partire dalla play Giulia Moroni, assistita e completata da straniere di qualità come Nina Premasunac e Julie Wojta, che proprio nella scorsa stagione si distingueva nelle fila di Lucca. Con più potenza e cm sotto canestro, grazie all’arrivo delle pivot Chelsey Lee e Valentina Gatti e dalla giovane ala Elena Castello, Broni ha a sua disposizione anche la play Bonasia, al momento in panchina causa infortunio e le 'veterane' del PalaBrera Ashley Ravelli, Enrica Pavia e Chiara Fusari. Tutto pronto quindi per una sfida per niente scontata: nell’amichevole casalinga da poco giocata, Broni ha infatti saputo stupire Lucca e avere la meglio su una squadra che, per quanto potente, ha cambiato completamente pelle. Sono molti infatti i nuovi arrivi nella squadra toscana, a partire dallo stesso coach Loris Barbiero, che da La Spezia ha portato con sé Erika Striulli, playmaker di grande importanza. A sostegno poi delle riconfermate tricolori Crippa, Battisodo, Tognalini e Salvestrini sono arrivate le italiane Melchiori, Brunetti e Nicolodi, e le straniere Drammeh, di origine svedese, Roberts e Udodenko, lottatrici sia dentro che fuori dal pitturato. Una sfida tutta da giocare quella di domenica al PalaMinardi di Ragusa, arbitreranno Calogero Cappello di Porto Empedocle (AG), Silvia Marziali di Roma e Chiara Bettini di Milano. Il Popolo Biancoverde non mancherà e seguirà la squadra in Sicilia con oltre cinquanta supporters. Animo Broni, si torna a lottare! (Venerdì 29 Settembre 2017)