(Ottobre 2016)

A1: Al PalaBrera vince Lucca, ma che bella questa Broni!

BRONI-LUCCA 63-71 (15-20 ; 18-18 ; 17-22 ; 13-11)
TECHEDGE: Stokes 8, Costa ne, Madu ne, Pavia ne, Colombi ne, Bratka 13, Ravelli 3, Zampieri 13, Bonvecchio 9, Soli 8, Richter 9, Fusari ne. All. Sacchi
GESAM GAS: Battisodo 3, Landi ne, Tognalini 4, Pedersen 12, Dotto 10, Wojta 8, Harmon 25, Crippa 7, Miccoli, Salvestrini ne, Ngo Ndjock 2. All. Diamanti
Note: tiri liberi Broni 5/11 ; Lucca 20/24

BRONI. La Techedge gioca una partita gagliarda contro Lucca ma non basta per fare il colpaccio nella quinta giornata di A1, 63-71 il risultato finale con le ragazze di coach ‘Cico’ Sacchi che nonostante la sconfitta escono tra gli applausi da un PalaBrera stracolmo di tifosi biancoverdi. Broni parte lenta (2-10), qualche palla persa di troppo fa si che coach Sacchi chiami subito time out e le cose sembrano cambiare, infatti rispetto ai primi minuti si arriva sul 13-18 con cinque punti consecutivi di Bratka e una tripla di Bonvecchio. All’inizio del secondo quarto la Techedge arriva sul meno tre grazie ad un canestro da sotto di Stokes, è il momento migliore delle padrone di casa che al 18’ si portano sul meno uno (33-34) con un break firmato Soli. Dopo la pausa lunga Lucca allunga sul più quindici (42-57), ma Broni non molla e reagisce con grinta ed intensità, la capitana Zampieri ricuce lo strappo fino al meno cinque (55-60), poi Bratka riapre la sfida siglando il 57-60 al 35’ nella bolgia indescrivibile del PalaBrera. Ci pensa in seguito Dotto con una tripla a riportare Lucca sul più sei (59-65). Le biancoverdi però lottano e ci credono ma alla fine i due punti vanno alle toscane. (Lunedì 31 Ottobre 2016)

A1: Domenica al PalaBrera va in scena Techedge Broni-Gesam Gas Lucca

BRONI. È una domenica sera da ‘leonesse’ quella che attende le biancoverdi della Techedge Broni, che alle ore 18:00 al PalaBrera affronteranno le vice campionesse d’Italia del Gesam Gas Lucca, in una sfida certamente difficile ma che arriva dopo la buona prestazione di Torino e la convinzione di poter alzare l’asticella delle difficoltà. Una vittoria sarebbe certamente un impresa, contro una squadra che sta legittimando con ottime prestazioni, vedi la netta vittoria in trasferta a Ragusa, questo inizio di campionato. “Ospitare Lucca era un sogno e ora è il giusto premio dopo quello che abbiamo fatto l’anno scorso - spiega coach Roberto ‘Cico’ Sacchi -. È una squadra che in questi anni si è consolidata in A1, ha raggiunto una maturità pazzesca tantè che la passata stagione ha vinto la stagione regolare e ha disputato la finale scudetto poi persa contro Schio. Detto questo arriva a Broni dopo aver asfaltato Ragusa in casa loro, ha un modo di giocare molto aggressivo, in difesa sempre al limite e sempre sulle linee di passaggio e in attacco gioca a memoria. È una formazione tosta allenata benissimo da coach Diamanti. Per quanto ci riguarda - continua Sacchi -, non dico che sia una sfida impossibile però ci proveremo sicuramente. In settimana ci siamo allenati e preparati bene, cercheremo di fare il nostro meglio per rendere ancora più piacevole questo giorno di festa.” Al PalaBrera è annunciato un altro sold out, arbitreranno Radaelli Roberto di Rho (MI), Capurro Michele di Reggio Calabria e Furlan Roberto di Abano Terme (PD).

L’AVVERSARIA. La Gesam Gas Lucca si presenta come una delle formazioni più attrezzate del campionato, ha mantenuto le migliori dello scorso anno, cambiando l’altra metà della squadra con l’ingaggio di giocatrici di maggiore esperienza per garantire a coach Diamanti una rotazione molto più ampia. In questa stagione dovrà dimostrare di aver fatto quel passo decisivo verso la definitiva maturazione. Dotto (12.0 di media punti in queste prime quattro giornate), Crippa (9.0), Wojta (11.0), Harmon (16.0), Pedersen (7.8) rappresentano le atlete di punta per Lucca, un quintetto ben rodato che quest’anno potrà contare su una panchina più lunga. I nuovi acquisti Battisodo (4.3), la ex Broni Landi, Tognalini (3.3), Miccoli (0.7) e Ngo Ndjock (3.0) sono le scelte della società per completare la squadra, un evidente segno di come sia importante avere una rosa composta da tutte giocatrici di livello e che possano integrarsi al meglio in un sistema di gioco come quello della formazione biancorossa. Starting Five:
 F. Dotto
– Crippa
– Wojta
– Harmon
– Pedersen. (Venerdì 28 Ottobre 2016)

A1: La Techedge Broni lotta fino alla fine ma la spunta Torino

TORINO-BRONI 69-62 (22-14 ; 9-13 ; 23-19 ; 15-16)
FIXI: Giacomelli, Tikvic 14, De Chellis, Kacerik 5, Quarta 13, Conte, Bruner 21, Cordola, Marangoni, Ceriani, Davis 7, Gatti 9. All. Spanu
TECHEDGE: Stokes 13, Costa, Madu 13, Pavia, Bratka 2, Ravelli 11, Zampieri 12, Bonvecchio, Soli 7, Richter 4, Fusari. All. Sacchi
Note: tiri liberi Torino 11/13 ; Broni 5/10

MONCALIERI (TO). Non sono bastati cuore, grinta e gli oltre cento tifosi al seguito per spingere la Techedge Broni alla vittoria nella quarta giornata di andata. La Fixi Torino si aggiudica la sfida con merito e aggancia a quota quattro in classifica le biancoverdi. Partenza lenta  per le ragazze di coach ‘Cico’ Sacchi che in cinque minuti scendono a meno 9 (11-2) costringendo subito al time out. Alla ripresa Broni esce con maggior convinzione e rosicchia qualche punto. La risposta delle padrone di casa non si fa attendere: tornano a più 7 (15-8) e la Techedge butta nella mischia per 3 minuti Bratka, assente nelle ultime due uscite. Le biancoverdi continuano però a soffrire la fisicità delle piemontesi in attacco, specialmente di Bruner che spinge sotto canestro costruendo buone soluzioni per se e per le compagne. La Fixi tocca il massimo vantaggio sul più 11 (25-14), quando Stokes commette il suo terzo fallo su Tikvic, che segna e mette nella retina anche il libero aggiuntivo. Sotto canestro Broni concede qualche rimbalzo offensivo di troppo, ma alza il volume, raddoppia la marcatura su Bruner, tornando a meno 2 con una tripla di Ravelli (29-27), ma viene subito ricacciata a meno 4 da un canestro in sospensione di Tikvic (11 punti per lei) alla pausa lunga. In avvio di ripresa la Techedge ricuce lo strappo per la prima e unica volta nella partita (33-33 con Madu), ma le due americane di Torino rimettono subito le cose a posto in meno di un minuto (40-35). Dopo un sostanziale momento di equilibrio, Torino diventa molto precisa sia da sotto che da fuori e tutte le volte che Broni sembra potersi avvicinare, ristabilizza le distanze mantenendo tre/quattro possessi di vantaggio. Nell’ultimo quarto, Broni ci prova fino alla fine, avendo anche il pallone del meno due a un minuto dalla sirena, ma è Torino a festeggiare. (Lunedì 24 Ottobre 2016)

A1: Domenica la Techedge a Torino

BRONI. In missione a Torino alla ricerca di altri due punti. Questo è l’obiettivo della Techedge Broni che domenica per la quarta giornata di andata affronterà al PalaEinaudi di Moncalieri la Fixi Piramis Torino. Dopo la bella vittoria contro Battipaglia la truppa di coach ‘Cico’ Sacchi vuole confermare il buon momento, certo non sarà facile contro le piemontesi che vorranno subito rifarsi dopo la sconfitta nel posticipo a Lucca di mercoledi sera: “La partita che ci prepariamo ad affrontare è molto importante – dice il direttore generale Gianluca Caraffini -, probabilmente non ci aspettavano di avere quattro punti in questo punto della stagione, ma come si dice ‘l’appetito vien mangiando’. Dobbiamo andare a Torino consapevoli di giocarci fino in fondo le nostre possibilità, mi aspetto una bella sfida, dal fatto di non essere in condizioni fisiche perfette sicuramente ci limita nelle rotazioni, a questo riguardo speriamo di recuperare Bratka. Torino è una squadra molto competitiva – continua Caraffini -, lo ha dimostrato soprattutto nelle due sconfitte contro Venezia e Lucca  dove è sempre rimasta in partita fino alla fine. Dobbiamo avere la massima concentrazione, la massima cattiveria possibile per cercare di portare a casa questo risultato. Certo una vittoria vorrebbe dire lanciarci in una posizione di classifica inaspettata e affrontare la sfida con Lucca della settimana prossima a pari merito se non davanti e sarebbe una cosa di grande orgoglio per noi”. L’appuntamento del Popolo Biancoverde, che seguirà in massa la squadra, è per domenica al PalaEinaudi alle ore 18:00, arbitreranno Gagliardi Gianluca di Anagni (FR), Bellamio Daniela di Latina e Restuccia Veronica di Bologna.

L'AVVERSARIA. La Fixi Piramis Torino rispetto alla passata stagione ha cambiato volto, a partire dal nuovo coach Marco Spanu, individuato dalla società come l’uomo giusto per affrontare un campionato ostico come quello di serie A1. Spazio allora ai nuovi acquisti arrivati per vestire la casacca piemontese tra cui le americane Bruner (16.0 in questo inizio di stagione) e Davis (13.7), Tikvic (10.3), Kacerik (3.3), Marangoni (4.3) e Gatti (4.7), un evidente cambio di rotta rispetto al recente passato. Le tre giocatrici rimaste che rientrano nei piani di coach Spanu sono Pertile (6.1), Quarta (9.0) e Cordola (1.3). L’obiettivo di Torino è certamente quello di migliorare l’ultimo piazzamento in campionato, senza dimenticare le difficoltà incontrate e superare al meglio quelle si presenteranno durante il cammino. Starting Five:
– Kacerik
– Davis
– Quarta
– Bruner
– Tikvic.

(Venerdì 21 Ottobre 2016)

A1: In un PalaBrera esaurito la Techedge Broni supera Battipaglia

BRONI-BATTIPAGLIA 65-58 (17-23 ; 21-11 ; 15-11 ; 12-13)
TECHEDGE: Stokes 12, Madu 22, Ravelli, Zampieri 11, Bonvecchio, Soli 7, Richter 13, Costa ne, Pavia ne, Bratka ne, Strozzi ne, Fusari ne. All. Sacchi
TREOFAN: Orazzo 5, Porcu, Verona 6, Trimboli 2, Policari, Williams 24, Trucco 10, Vella, Noblet 10, Andrè, Sotiriou 1, Chicchisiola ne. All. Riga
Note: tiri liberi Broni 18/22 ; Battipaglia 3/5

BRONI. Più forte degli acciacchi e degli infortuni, la Techedge coglie la prima storica vittoria in A1 sul proprio campo contro Battipaglia e si porta a quattro punti in classifica, appena dietro le big del campionato. In un PalaBrera esaurito, coach ‘Cico’ Sacchi si presenta a questa sfida ancora privo di Bratka e Pavia, ma recupera Stokes che sarà importantissima nello scardinare la difesa delle campane. Dopo un sostanziale equilibrio, nella seconda parte del primo quarto la formazione ospite prende il comando delle operazioni, arrivando al massimo vantaggio di più 10 (11-21), poi Broni rosicchia qualcosa (17-23). In avvio di secondo periodo, la coppia Stokes – Madu confeziona una serie di pick and roll pregevoli, permettendo alle biancoverdi di ricucire definitivamente lo strappo. Un canestro da sotto di Richter, che subisce anche fallo, porta Broni sul più 5 (30-25 al 16’). Battipaglia si affida moltissimo alla fisicità di Williams Brooque (14 punti per lei nella prima frazione), che ha gioco facile vista l’assenza sotto le plance di Bratka. E’ Zampieri con una tripla dall’angolo a far esplodere il Brera e a firmare il più 4 con cui si chiude la prima frazione. Il secondo tempo si apre a ritmi elevati con la Techedge che mantiene bene in difesa, arginando gli attacchi della formazione campana. In attacco qualche imprecisione di troppo fa si che Battipaglia di riportarsi sotto a  meno 6, poi ad un solo possesso (57-55) nei minuti finali. Broni non si scompone, mantenendo la lucidità necessaria per chiudere i conti e certificare meritatamente la vittoria. “Assomigliava molto alla partita contro Napoli – spiega coach ‘Cico’ Sacchi –, con la differenza che siamo andati anche sotto di 10 punti. Lì siamo stati bravi a non mollare. Ogni volta che provavamo a fare un break, loro ci riprendevano. Siamo stati bravi a stringere i denti, non abbatterci, recuperare le energie che avevamo. Madu e Stokes non dovevano giocare, Soli è arrivata da una settimana in cui non si è praticamente allenata. Giocare qua è un’emozione unica e le cose vengono più semplici. Non potevamo non portare a casa questa partita perché sono due punti che valgono oro per la classifica, per il gruppo, per le vicissitudini che abbiamo avuto. Ringrazio "Fisiosport" e il nostro staff medico che hanno rimesso in piedi delle giocatrici che sembrava non potessero giocare. Se lo raccontiamo a qualcuno cosa ci è capitato a livello di infortuni, più o meno gravi, negli ultimi dieci giorni non ci crederebbe nessuno.” (Lunedì 17/10/2016)

Domenica al PalaBrera è serie A1, la Techedge affronta Battipaglia

BRONI. Un momento tanto atteso! Domenica alle ore 18:00 La Techedge Broni esordirà nella massima serie sul proprio campo contro la Treofan Battipaglia, una sfida importante per le ragazze di coach ‘Cico’ Sacchi con in palio due punti fondamentali per la classifica. In casa Broni la settimana di lavoro è iniziata senza pressioni, la sconfitta di Ragusa non ha scalfito il morale delle biancoverdi che si sono allenate con intensità e concentrazione per preparare nei minimi dettagli la partita di domenica. “Sarà una giornata storica – spiega il ds Marco Mezzadra -, sia per Broni che per la Pallacanestro Femminile Broni 93. Arriva Battipaglia e penso che ne uscirà una partita tirata contro una formazione giovane ma che annovera tre straniere di qualità e di livello per la categoria. Sicuramente potrà giocare un ruolo decisamente importante il nostro pubblico, magari trovandosi davanti un tifo così caldo le mani possono anche tremare… - sorride Mezzadra -. Purtroppo noi non arriviamo a questa sfida al meglio, dovuto a diverse noie fisiche di alcune giocatrici che non ci hanno mai permesso di allenarci al completo da una decina di giorni, ma lasciamo stare questo. Mi auguro che domenica sia una bella festa di sport, una bella partita che possa ulteriormente avvicinare i bronesi alla pallacanestro.” Il debutto di domenica è da grande richiamo, si annuncia il tutto esaurito al PalaBrera per questa storica primA, con il Popolo Biancoverde in prima linea per non far mancare il proprio sostegno alla squadra. Arbitreranno Alberto Tallon di Bologna, Paolo Lestingi di Anzio (Roma) e Silvia Marziali di Roma. (Sabato 15 Ottobre 2016)

L’AVVERSARIA. La Treofan Battipaglia si presenta in questa stagione con una squadra giovane molto rinnovata rispetto allo scorso anno. Sono tanti i nuovi volti che saranno agli ordini di coach Riga, una scelta precisa della società e dello staff tecnico per disputare un campionato “più tranquillo”. I nuovi acquisti che andranno a rinforzare l’intera rosa e consentire una più ampia rotazione sono: B. Williams (21 punti con Venezia), Noblet (7,0 punti di media nelle prime due partite), Sotiriou (7,5), Porcu (1,5), Verona (2,5), Chicchisiola, Policari (7.0) e la giovanissima promessa Vella (classe 2000). Le ragazze confermate in cui coach Riga punta nuovamente sono Orazzo (6.0), Andrè, Trucco (3,5) e Trimboli. Battipaglia arriva a Broni dopo due sconfitte consecutive: la prima nell’Opening Day contro le campionesse d’Italia di Schio, la seconda in casa contro Venezia. Starting Five:
 Orazzo 
– B. Williams 
– Sotiriou 
– Andrè
 – Noblet.

A1: Netta sconfitta per Broni a Ragusa

RAGUSA-BRONI 80-37 (24-6 ; 20-8 ; 24-15 ; 12-8)

PASSALACQUA: Nicholis 6, Consolini 4, Gorini 8, Valerio Lia, Spreafico 13, Formica 3, Rimi 2, Bagnara 1, Brunetti 5, Bongiorno 4, Vanloo 16, Ndour 18. All. Lambruschi

TECHEDGE: Costa, Madu 13, Ravelli 5, Zampieri 2, Bonvecchio 9, Soli 3, Baldan, Richter 5, Fusari, Pavia ne. All. Sacchi

Note: Tiri liberi Ragusa 14/20 ; Broni 1/2

RAGUSA. Dopo 38 partite ufficiali arriva la prima sconfitta per la Techedge Broni, Ragusa è troppo forte per le biancoverdi di coach 'Cico' Sacchi. Troppo netto il divario tra le due formazioni: da un lato le siciliane che non nascondono le proprie ambizioni di scudetto, dall'altro Broni ha pagato a carissimo prezzo le assenze di Pavia, Bratka e Stokes. Partita in salita sin dalle prime battute (8-2), Ravelli si carica subito di tre falli e non riesce ad essere incisiva come contro Napoli e se sommiamo le rotazioni cortissime con due sole lunghe a referto il destino delle Techedge è fatto. Le note positive sono Madu in doppia cifra (13) e Bonvecchio che come all'Opening Day gioca da veterana della categoria (9). Da segnalare l'esordio nella massima serie delle giovani Fusari, Costa e Baldan. "Onestamente c'è poco da dire - commenta il direttore generale Gianluca Caraffini -, si sapeva che sarebbe stata difficilissima. È ovvio che le assenze e la trasferta ha pesato tantissimo. Era la classica partita per noi ingiocabile, personalmente penso che magari avremmo potuto avere più intensità nei primi due quarti. Questa è una sconfitta che non deve minare il morale, abbiamo due punti pesanti in classifica, bisogna subito resettare il tutto e andare a concentrarsi per la prossima partita contro Battipaglia finalmente in casa nostra al PalaBrera". (Lunedì 10 Ottobre 2016)

A1: Trasferta a Ragusa per la Techedge

BRONI. Trasferta in Sicilia per la Techedge, dove per la seconda giornata di andata le biancoverdi di coach Sacchi affronteranno al PalaMinardi la Passalacqua Ragusa in un match che si preannuncia molto impegnativo contro una seria candidata alla scudetto. “Domenica si va sul campo delle vincitrici della Coppa Italia – dice l’ala/pivot biancoverde Alice Richter -, loro sono una squadra tosta e agguerrita. Hanno un roster molto competitivo, di primissima fascia, con due giocatrici spagnole molto forti reduci dalle Olimpiadi di Rio. Sappiamo qual’è il nostro livello, la nostra fascia, però sappiamo bene che siamo una squadra valida, quindi siamo cariche per questa trasferta. Io il PalaMinardi me lo ricordo con cinquemila spettatori sia la penultima volta che ci ho giocato con Ragusa, che quando ci ho giocato da avversaria con Lucca. I ragusani sono molto caldi ed accoglienti, un popolo che ama le sue giocatrici. Quindi troveremo sicuramente un palazzetto pieno”. Palla a due alle ore 18:00 e diretta Streaming su www.legabasketfemminile.it, arbitreranno Corrado Triffiletti di Messina, Aydin Azami di Bologna e Valentina Del Monaco di Bologna. (Venerdì 7 Ottobre 2016)

 

L’AVVERSARIA. La Passalacqua Ragusa riparte dalla vittoria in Coppa Italia della passata stagione e dalla sconfitta all'ultimo secondo nella Supercoppa italiana due settimane fa a Schio, si candida ancora quest'anno come la più accreditata avversaria del Famila nella lotta allo scudetto, un traguardo molto ambizioso che è stato sfiorato per due volte nel 2014 e 2015.
 Il mercato voluto da coach Lambruschi è stato incentrato sul rinnovamento della squadra, una sorta di rivoluzione con le sole conferme di Consolini (7.5 punti di media a partita nell’ultima stagione), Gorini (5.5) e Valerio (0.6). Sono ben sette invece i nuovi innesti tra cui le straniere Ndour (10), Vanloo (13) e Nicholls (8.7), seguite dalle italiane Spreafico (10.4), Brunetti (9.8), Bagnara (5.2) e Formica (4.4), sulle quali la società punta molto. Una formazione giovane, atletica che vanta un roster lungo per consentire a coach Lambruschi un’ampia rotazione e un sviluppo di gioco incentrato su alti ritmi e azioni in campo aperto.
 Starting Five:
 Vanloo
– Consolini
– Spreafico
– Nicholls
– Ndour.

A1: Techedge, esordio nella massima serie e gran vittoria contro Napoli

BRONI-NAPOLI 74-64 (19-16 ; 16-16 ; 22-22 ; 17-10)

TECHEDGE: Stokes 13, Madu 16, Bratka 11, Ravelli 8, Zampieri 2, Bonvecchio 7, Soli 3, Richter 14, Costa ne, Pavia ne, Colombi ne, Fusari ne. All. Sacchi
SACES: Pastore, Cinili 11, Chesta 9, Gonzalez 14, Dentamaro 3, Gemelos 15, Plaisance 12, Silov ne, Carta ne, Sorrentino ne. All. Ricchini

Note: tiri liberi Broni 13/18 ; Napoli 12/16

LUCCA. Prima storica vittoria in serie A1 per la Techedge Broni, Stokes, Madu, Bratka e Richter in doppia cifra, Soli distribuisce palloni col contagiri, Bonvecchio gioca da veterana della categoria, Zampieri lottatrice, Ravelli piazza il tracciante del più 10 finale che fa esplodere gli oltre 200 tifosi biancoverdi giunti al PalaTagliate, infortunio alla caviglia nel terzo quarto per Bratka. Questo è l'elenco che rende l'idea dell'impresa delle biancoverdi contro Napoli nella prima giornata all'Opening Day di Lucca. Partenza a razzo della Techedge che sfrutta al meglio le transizioni (10-0), ma quando Gonzalez mette il turbo e Gemelos (11 punti nel primo tempo) trova il canestro, la formazione partenopea torna sotto. Richter mette a segno una tripla dall’angolo, ma Gemelos risponde subito dalla parte opposta (15-12). L’inerzia sembra passare dalla parte delle arancioni, però Stokes riesce a tenere sempre avanti Broni. Nel secondo quarto sale in cattedra Madu,  piazza 11 punti, subisce falli in attacco (5/7 ai liberi) e difende bene. Broni riesce così a mantenere un discreto vantaggio, più 8 al 17'. Coach Ricchini chiama la difesa a zona e mette pressione nell'attacco delle biancoverdi: Plaisance e Gonzalez con un’azione da tre (canestro e libero aggiuntivo) firmano il meno 2, 34-32 18'. Un libero di Madu fissa il più 3 all'intervallo. All’inizio del secondo tempo Napoli mette la testa avanti per la prima volta (37-38), ma Bratka risponde dalla distanza (40-38). Purtroppo nell’azione successiva la pivot estone entra in contatto con Plaisance, cade male a terra procurandosi una distorsione alla caviglia ed è costretta ad uscire dal parquet. Broni, prima con una tripla di Ravelli, poi con 5 punti consecutivi di Richter vola sul più 10 (57-47) ma nel finale di periodo commette un paio di errori, permettendo a Napoli di firmare un controbreak di 7-0. Nel periodo finale la Saces le prova tutte per rientrare, ma il fallo tecnico fischiato a coach Ricchini per proteste al 35’ permette a Broni di allungare fino al 69-60 con un contropiedie fulmineo di Madu e gestire nel finale quando la tripla di Ravelli fa impazzire di gioia tutto il Popolo biancoverde.  Per una notte la Techedge Broni è capolista della serie A1 assieme a San Martino Lupari. (Dom. 2 Ottobre 2016)

"Sfido chiunque avesse messo un euro su una prestazione del genere contro una squadra come Napoli - spiega a fine partita coach 'Cico' Sacchi -, comandando dall’inizio fino alla fine. Per tre volte abbiamo fatto un break importante, loro esperte e di talento ci hanno sempre ripreso. Noi abbiamo rimesso giù la testa, senza demoralizzarci, abbiamo imposto il nostro gioco. L’infortunio a Bratka all’inizio del terzo quarto, vista anche l’assenza di Pavia, poteva essere una mazzata, invece è venuto fuori il nostro cuore, il nostro orgoglio, insomma è venuta fuori Broni. Non mi aspettavo di essere già così alla prima giornata. E’ un favola a cui hanno partecipato tanti nostri tifosi. Tutti gli addetti ai lavori ci hanno fatto i complimenti, un’ulteriore soddisfazione. Ora testa bassa e tanto lavoro!"

Ci siamo! Tutto pronto per l'esordio in serie A1 della Techedge Broni

BRONI. Sono ormai pochi, pochissimi, i giorni che separano la Techedge Broni dall’esordio storico in serie A1: sabato alle ore 18:15, diretta tv su Sportitalia, l’Opening Day di Lucca metterà di fronte al PalaTagliate le biancoverdi alla Saces Napoli, una sfida che sarà subito indicativa per la squadra di coach ‘Cico’ Sacchi.

Settimana di lavoro molto intensa in casa Broni, concentrazione alta e tanta voglia di scendere in campo nella massima serie: “A pochi giorni dall’esordio – dice coach Roberto 'Cico' Sacchi -, siamo dove dobbiamo essere, chiaramente non ci voleva l’infortunio di Pavia ma per il resto siamo nella tabella di marcia prefissata con lo staff tecnico. Per quanto riguarda la partita di sabato – continua Sacchi -, anche Napoli è un cantiere aperto, non ha mai potuto lavorare al completo. Vediamo cosa succederà, se schiererà le due americane, se non le schiererà… ma non deve essere un problema nostro, noi penseremo a fare la nostra partita e a credere ogni volta che scenderemo in campo di provare a vincere e a far bene. È solo così che potremo crescere, prendere esperienza e capire bene su quale ‘pianeta’ siamo atterrati.”

L’AVVERSARIA. La Saces Napoli riparte in questa stagione da un mercato molto intenso fatto dalla società, dove sono stati inseriti tanti volti nuovi che saranno a disposizione di coach Ricchini. Un rinnovamento che accresce le ambizioni delle partenopee nell’affrontare una stagione 2016/2017 piena di insidie come quella che sta per iniziare. Le nuove leve della formazione napoletana sono composte dalle pivot americane Gray Rashanda Jacqueta (18.2 la media punti della stagione 2015/2016) e Plaisance Theresa (12.4), dalla guardia greca Jacki Gemelos (9.5), dall’ala Sabrina Cinili (8.1), dalla play Debora Gonzalez (5.2), dalla guardia Roberta Dentamaro (5.6) e dall’ala Alejandra Chesta (5). Le uniche conferme della passata stagione sono le play/guardie Chiara Pastore (8.4) e Beatrice Carta (6.7). Starting Five:
– Gonzalez
– Gemelos
– Cinili
– Plaisance
– Gray

L’appuntamento per il Popolo Biancoverde che seguirà in massa la squadra a Lucca per questa ‘primA’ è per sabato 1 ottobre alle ore 18:15, contro Napoli arbitreranno Leonardo Solfanelli di Livorno, Elena Colazzo di Milano e Chiara Corrias di Cordovado (PN). (Giovedì 29 Settembre 2016)

A1: al via la campagna abbonamenti

"NOI e VOI... INSIEME!", questo è lo slogan che apre ufficialmente la campagna abbonamenti 2016/2017 della Techedge Broni in serie A1. La tessera comprende tutte le partite casalinghe al PalaBrera a partire dal 16 ottobre con Broni-Battipaglia più play off o play out ed eventuale Coppa Italia.

 

Prezzi:

Abbonamento intero 100€

Abbonamento ridotto 70€ (dai 15 ai 24 anni e genitore dell'iscritta/o ai corsi basket/minibasket)

Under 14 ingresso gratuito

 

L'abbonamento intero sarà in vendita a partire da venerdi 23 settembre presso:

Bar Eclipse, via Emilia - Broni (PV)

Edicola, viale Gramsci - Broni (PV)

Elen Parati, Quartiere Piave - Broni (PV)

Time Out Cafè, Strada Nuova - Pavia

 

Solo al PalaBrera, oltre alla tessera normale, saranno in vendita durante i corsi Basket e Minibasket gli abbonamenti ridotti per i genitori degli iscritti e per i ragazzi dai 15 ai 24 anni.