(Novembre 2015)

A2: 8su8, la OMC supera anche Selargius

BRONI-SELARGIUS 68-53 (18-17 ; 25-9 ; 11-10 ; 14-17)

OMC: Landi, Galbiati 22, Pavia 18, Dettori 3, Bratka 14, Vanin ne, Savini ne, Zampieri 9, Bonvecchio, Soli 2. All. Sacchi

SAN SALVATORE: Ljubenovic 24, De Pasquale 13, Lussu 5, Mura 3, Febbo, Laccorte, Palmas 2, Ridolfi 2, Manfré 4, Cavallini. All. Staico

Note: tiri liberi Broni 9/14 ; Selargius 0/0

BRONI. Più forte degli acciacchi e degli infortuni, la OMC coglie l’ottava vittoria consecutiva e mantiene quattro punti di vantaggio sulle immediate inseguitrici: Milano, che però mercoledì deve recuperare una partita e Crema che sabato prossimo ospiterà le biancoverdi nel match clou della nona giornata. Coach ‘Cico’ Sacchi ha dovuto fare i conti con un’infermeria piena, Arianna Landi a mezzo servizio a causa di un fastidio alla spalla, Giulia Vanin ferma per distorsione al ginocchio destro e Sofia Savini che si era procurata una distorsione alla caviglia, tutte comunque sono state messe a referto. Selargius arriva al PalaBrera reduce da due battute d’arresto consecutive, comunque un avversario da prendere con le molle perché ha in Ljubenovic un elemento in grado di cambiare il corso dell’incontro, come ha dimostrato anche sul parquet con i suoi 24 punti. La Omc ha espresso il suo solito gioco fluido, fatto di accelerazioni che tagliano le gambe alle rivali e dopo un primo periodo equilibrato (18-17 al 10’), all’inizio del secondo quarto è arrivato l’allungo decisivo, con il vantaggio che è sempre stato superiore alle 15 lunghezze (25 a 9 il parziale). Solo dopo l’intervallo Selargius è tornata a meno 10 (54-44) al 24’, coach Sacchi ha chiamato time out e, tornate in campo, le sue ragazze hanno risposto con una tripla dall’angolo di Pavia e un canestro di Galbiati (59-44). A quel punto si è capito che la partita era saldamente nelle mani di Broni, che da lì in poi si è limitata a controllare senza particolari difficoltà. Le biancoverdi anche contro le sarde si sono dimostrate una squadra intercambiabile: oltre alla solita Galbiati (22 punti), domenica sera l’apporto principale è arrivato da Enrica Pavia (18) e da Bratka (14). Adesso la OMC è attesa da quattro partite in tre settimane, che daranno indicazioni sul livello reale della formazione di coach Sacchi, che, ovviamente, spera nei prossimi giorni di poter recuperare tutte le sue pedine in vista della ‘Classica’ di sabato sera a Crema. (Lunedì 30 Novembre 2015)

OMC, domenica con Selargius ore 16:30

BRONI. Per l’ottava giornata di andata la capolista OMC sarà impegnata sul proprio campo contro il San Salvatore Selargius di coach Staico. Le sarde sono una formazione giovane che vanta giocatrici esperte per la categoria: fari puntati sull’ala slovena Ana Ljubenovic leader del gruppo e top scorer con una media punti di 20,0. In regia troviamo Anna Lussu (5,9) per lei ottava stagione tra A2 e A3 in maglia giallonera, le guardie sono Ada De Pasquale (9,1) e Michela Laccorte (6,4) che proviene dall’Astro Cagliari. Attenzione sotto canestro all’ala/pivot Giulia Ridolfi che arriva da Orvieto in A1 e può dare fisicità al quintetto. Selargius arriva in Oltrepò con 8 punti in classifica ed è reduce dalla sconfitta casalinga contro Crema. In casa biancoverde la settimana in palestra è iniziata fino a giovedì senza la pivot estone Maaja Bratka, impegnata con la propria Nazionale per le qualificazioni ad Euro2017 ed è proseguita con sedute tecniche per preparare nei minimi dettagli la sfida di domenica pomeriggio. Ai box Giulia Vanin che sta facendo lavori differenziati per recuperare dalla distorsione al ginocchio e la giovane under 18 Carlotta Crespi che si è scavigliata durante gli ultimi allenamenti, per il resto tutte a disposizione di coach ‘Cico’ Sacchi. L’appuntamento per il Popolo Biancoverde è alle ore 16:30 al PalaBrera, arbitreranno Puccini Paolo e Gonella Edoardo di Genova. (Ven. 27 Novembre 2015)

A2: OMC, con Carugate arriva la 'settima'

BRONI-CARUGATE 69-46 (20-17 ; 18-10 ; 14-14 ; 17-5)

OMC: Landi 1, Galbiati 19, Pavia 7, Crespi, Dettori 7, Bratka 10, Savini 3, Zampieri 12, Bonvecchio 4, Soli 6. All. Sacchi

CASTEL: Ruisi 5, Beretta, Guarnieri 4, Stabile 11, Koufogianni 12, Picco 3, Colli 4, Frantini 3, Zuin 2, Scarsi 2. All. Puopolo

Note: tiri liberi Broni 13/17 ; Carugate 10/17

BRONI. Sette vittorie su sette, la OMC supera la Castel Carugate e si conferma capolista solitaria con quattro punti di vantaggio sulla coppia formata da Milano e Vicenza. Broni ha una partita in più e quindi nel prossimo week end starà alla finestra per vedere cosa succede alle sue spalle. Solita grande cornice di pubblico al PalaBrera che spinge le ragazze di coach ‘Cico’ Sacchi per tutti i quaranta minuti e oltre. Un successo maturato già nei primi due quarti con le biancoverdi che vanno all’intervallo lungo sopra di 11 (38-27). Alla ripresa solo un 52-44 ha permesso a Carugate di tornare più vicino, ma non appena Broni ha deciso di mettere il piede sull’acceleratore c’è l’allungo decisivo che chiude la partita. La OMC offre momenti di spettacolo alternati da una difesa impenetrabile, non a caso l’ultimo periodo termina 17-5 e dimostrata di essere in testa alla classifica meritatamente. “È stata una settimana lunga ed impegnativa – spiega a fine partita coach Sacchi -, ho chiesto alle ragazze concentrazione e di stringere i denti. Sembra tutto facile ma non lo è stato, con acciacchi vari e l’infortunio di Vanin che starà ferma un mesetto, devo fare un applauso a questo gruppo. Avevo chiesto tre vittorie – continua Sacchi -, benissimo ad Alpo, sofferta a Cagliari e con Carugate mai in discussione. Abbiamo dimostrato che quando le cose che prepariamo in settimana in modo corretto e con la giusta intensità, la partita va dalla nostra parte. Arriveranno momenti importanti, penso alle tre partite prima di Natale, ma intanto godiamoci queste sette vittorie”. (Lunedì 16 Novembre 2015)

OMC, con Carugate terzo derby lombardo

BRONI. Sesta giornata di andata per la Omc che al PalaBrera ospita la Castel Carugate di coach Puopolo per il terzo derby lombardo di questa stagione. Partita fondamentale per due motivi: il primo è mantenere alta la concentrazione dopo le due vittorie in trasferta ad Alpo sabato e a Cagliari nell’anticipo di mercoledì, il secondo è allungare la striscia positiva a sette gare. La squadra milanese ha un’anima tutta nuova rispetto alla passata stagione, oltre alle due giocatrici d’esperienza come la play Susanna Stabile (9,8 punti di media) e la guardia Michela Frantini (14,8) che portano qualità alla formazione bianco blu, la rosa è stata ringiovanita: attenzione alla pivot greca Zafeiro Koufogianni (10,6), pivot di 188 centimetri con un passato nella massima serie ellenica e alle ali classe ’96 Claudia Colli ex Milano e Arianna Beretta ex Geas, tutte e due arrivate nel mercato estivo. Carugate si trova con due punti in classifica ed è reduce dalla sconfitta casalinga di misura contro Pordenone. In casa Broni, dopo il riposo concesso post Sardegna, la squadra ha ripreso ad allenarsi venerdì in giornata per preparare la sfida di domenica. Tutte a disposizione le ragazze di coach ‘Cico’ Sacchi, tranne Giulia Vanin ferma per una distorsione al ginocchio subita ad Alpo che la terrà ai box qualche settimana. L’appuntamento per il Popolo Biancoverde è per il 15 novembre al PalaBrera (palla a due ore 18:00), arbitreranno Martinelli Marcello di Brescia e Finazzi Francesca di Milano. (Venerdì 13 Novembre 2015)

A2: La OMC soffre ma vince a Cagliari

CAGLIARI-BRONI 64-77 (15-16 ; 15-15 ; 17-22 ; 17-24)

VIRTUS: Masic 22, Pacilio 10, Mastio, Mura, Podda, Pellegrini, Ballardini 6, Scibelli 21, Zizola 5, Loi ne, Porcu ne, Lusso ne. All. Schirru

OMC: Landi, Galbiati 29, Pavia 2, Dettori, Bratka 8, Savini, Zampieri 19, Bonvecchio 9, Soli 10, Vanin ne. All. Sacchi

Note: tiri liberi Cagliari 10/18 ; Broni 16/22

CAGLIARI. La Omc Broni espugna il PalaRestivo di Cagliari nell’anticipo della settima giornata e allunga in testa alla classifica. Ma contro la Virtus, ancora ferma a quota zero, la formazione di coach ‘Cico’ Sacchi soffre per più di tre quarti e passa negli ultimi minuti di gara. Alla fine rimane la soddisfazione di aver conquistato la sesta vittoria consecutiva, la quarta lontano dal PalaBrera. Nei primi due quarti la formazione sarda gioca a viso aperto e difende bene, mentre la Omc paga le basse percentuali dalla lunga distanza (2 su 16 da tre punti). La ex Ballardini, Scibelli e soprattutto Masic trovano canestri che tengono le padrone di casa sempre attaccate alla partita. Un gioco da tre punti di Galbiati regala il primo mini break alle biancoverdi (8-14 al 6’) ma la Virtus ritorna sotto subito (14-14 all’8’). La sfida da questo momento resta in equilibrio con Broni che trova in contropiede canestri fondamentali con la solita Galbiati (alla fine 29 punti) che assieme alla capitana Zampieri (19) sono le assolute protagoniste della vittoria che arriva solo nella parte finale dell’incontro. Ora dopo due trasferte consecutive la capolista OMC torna a giocare domenica davanti al proprio pubblico contro la Castel Carugate. (Mercoledì 11 Novembre 2015)

A2: OMC, mercoledì trasferta a Cagliari

BRONI. Trasferta in Sardegna per la OMC che mercoledì, palla a due ore 16:00, anticipa la sfida valevole per la settima giornata di A2 contro la Virtus Cagliari di coach Schirru. Un anticipo concordato dalle due Società per permettere alla estone Maaja Bratka di raggiungere la propria Nazionale e disputare contro la Francia l’incontro valevole per le qualificazioni ad Euro 2017. Anche se alle sarde manca ancora la vittoria e sono reduci dalla sconfitta casalinga di sabato scorso  contro Crema, lo starting five risulta pericoloso e di buon livello: in regia troviamo la ex Giada Ballardini  che porta tanta esperienza (ha conquistato con Broni da protagonista la promozione in A2 nella stagione 2011/2012), attenzione alla croata Mia Masic una guardia ex Muggia di buon talento (14,4 punti di media) e a Sabrina Pacilio, un'esterna che è tornata alla Virtus dopo gli anni passati all'Astro Cagliari e, seppur non giovanissima (classe ’76), può fare la differenza. Le lunghe sono Carolina Scibelli che è un’ala molto fisica proveniente dalla Meccanica Nova Bologna (10,4 di media) e Eleonora Zizola (classe ’94), una giovane pivot di scuola Reyer. In casa Broni la squadra di coach ‘Cico’ Sacchi ha ripreso a lavorare lunedì pomeriggio, la bella vittoria di Alpo è stata subito lasciata alle spalle per preparare al meglio la lunga trasferta in Sardegna. Emozionata per questa partita sarà sicuramente la ex Virtus Angela Dettori: “Non vedo l’ora di tornare a Cagliari, tanta gente aspetta di vedermi giocare con questa maglia, sarà sicuramente un emozione forte scendere in campo. Essere prime è sicuramente una bella soddisfazione – continua Angela -, gratifica tutto il lavoro svolto in questi mesi. Sono soddisfatta solo di alcune mie prestazioni, il campionato però è lungo e so che ho tanto da migliorare e spero di dare di più partita dopo partita”. La sfida di mercoledì 11 novembre verrà trasmessa in diretta streaming a partire dalle ore 16 su www.directasport.it, una bella notizia per tutto il Popolo Biancoverde. (Martedì 10 Novembre 2015)

A2: La OMC cala il 'Pokerissimo'

ALPO-BRONI 43-68 (14-19 ; 13-17 ; 6-14 ; 10-18)

ECODENT: Santarelli, Toffali 3, Borsetto 9, Rossi, Zanella 11, Richter 1, Dzinic 10, Fumagalli 2, Monica 7, Bottazzi ne, Zanardelli ne, Petronio ne. All. Soave

OMC: Landi 1, Galbiati 20, Pavia 5, Dettori 8, Bratka 14, Vanin, Savini 1, Zampieri 17, Bonvecchio 2, Soli. All. Sacchi

Note: tiri liberi Alpo 9/12 ; Broni 10/12

VILLAFRANCA (VR). La OMC torna a casa dalla trasferta di Alpo con due punti stra meritati e si conferma con cinque vittorie consecutive da sola in testa alla classifica. Le padrone di casa venivano da tre successi e speravano di fare lo sgambetto alla capolista, seguita anche in Veneto da una cinquantina di tifosi, senza però aver fatto i conti con la solidità della squadra di coach Sacchi. La play Soli comanda il gioco, distribuendo palloni alle principali finalizzatrici: Galbiati (20 punti), Zampieri (17) e Bratka su cui la marcatura veniva spesso raddoppiata o triplicata, ma l’estone fa valere sempre la sua stazza e alla fine cattura 12 rimbalzi, oltre a mettere a referto 14 punti, per l’ennesima doppia – doppia stagionale. Fondamentale la prova di Angela Dettori che piazza due triple in momenti 'caldi' dell’incontro. Dopo un primo quarto equilibrato, in cui Alpo trova l’unico vantaggio della serata (11-10), Broni infila un parziale di 0-8 (14-27), presto colmato dal contro break delle venete (11-2) che riaprono la sfida (25-29). Le biancoverdi restano concentrate e chiudono avanti di 9 il primo tempo, poi in avvio di terzo periodo danno l’allungo decisivo. Al 36’ Broni è vantaggio di 28 (37-65) e la partita si abbassa di ritmo fino alla sirena che decreta il 43-68. La Omc tornerà sul parquet già lunedì pomeriggio per preparare la sfida di mercoledì (palla a due ore 16) sul campo della Virtus Cagliari. La partita prevista per sabato 21 novembre è stata anticipata su richiesta di Broni, visto che il giorno 21 l’estone Bratka sarà impegnata con la sua nazionale contro la Francia, in un incontro valido per le qualificazioni al campionato europeo 2017. Una settimana molto intensa che si chiuderà domenica prossima al PalaBrera contro la Castel Carugate, incontro valido per la sesta giornata. 

(Lunedì 9 Novembre 2015)

A2: La OMC a Villafranca contro l'Alpo

BRONI. C’è l’Ecodent Point Alpo in calendario per la OMC Broni nella 5° giornata di andata del campionato di serie A2. Le biancoverdi, dopo quattro vittorie consecutive, saranno impegnate in trasferta sabato sera in una sfida che si annuncia molto insidiosa. Guidata da coach Soave, la formazione veronese è un mix di giocatrici esperte e di qualità: il nucleo storico che ha guadagnato la promozione in A2 nel 2013/2014 è stato confermato quasi totalmente, rinforzandosi in estate con arrivi importanti come l’ala/pivot bosniaca Marina Dzinic (16 punti di media, classe ’92) che ha portato pericolosità sia dal tiro da fuori che nell’uno contro uno e l’ala grande Alice Richter (’91) proveniente da Lucca che va a completare il nuovo pacchetto lunghe. In regia troviamo la leader Giulia Monica (10,8 di media) che assieme alle varie Anna Rossi, Maria Zanella ed Elena Borsetto compone la vecchia guardia in supporto ad un bel gruppetto di giovani classe 1998 (Toffali, Zanardelli, Bottazzi). Occhio infine ad un’altra nuova entrata, la guardia Francesca Santarelli (’94) da Bologna che ha trascinato la propria squadra soprattutto nella vittoria casalinga contro Crema al supplementare. In casa Broni morale alto per la truppa di coach ‘Cico’ Sacchi che ha iniziato la settimana in palestra con grande concentrazione: “Stiamo preparando la sfida con Alpo molto attentamente – spiega la guardia Virginia Galbiati -, loro si sono dimostrate un’ottima squadra in queste prime giornate di campionato e quindi dovremo stare concentrate il più possibile. Il morale della squadra è alto, lo si vede durante gli allenamenti, abbiamo vinto tutte le partite ora ma siamo consapevoli che c’è ancora tutto da fare e da dimostrare. Sono soddisfatta del mio rendimento – conclude Virginia –, ho ancora tanto da migliorare e sono sicura che partita dopo partita le cose andranno sempre meglio”. Palla a due ore 20:30 - palestra Alpo di via E. Piazzola, queste sono le coordinate per il Popolo Biancoverde che raggiungerà in massa Villafranca di Verona sabato sera. (Venerdì 6 Novembre 2015)

A2: Broni batte Costa ed è sola in vetta

BRONI-COSTAMASNAGA 71-57 (21-14 ; 17-23 ; 14-10 ; 19-10)

OMC: Landi 5, Galbiati 17, Pavia 2, Dettori 2, Bratka 20, Vanin 4, Savini, Zampieri 12, Soli 9, Bonvecchio ne. All. Sacchi.

B&P: Novati, Longoni 10, L. Meroni, Tagliabue ne, Canova 12, Del Pero 6, M. Meroni 8, Pozzi 6, Maiorano 15, Cincotto ne. All. Pirola.

Note: tiri liberi Broni 13/16 ; Costa Masnaga 12/20

BRONI: Davanti ad un PalaBrera colmo di tifosi biancoverdi, la OMC Broni supera 71-57 Costa Masnaga e vola solitaria in testa alla classifica del girone A di serie A2. I due punti sono arrivati al termine di una sfida combattuta fino al quarantesimo, le ospiti, come era lecito attendersi, sono scese in Oltrepò con il chiaro intento di mettere in difficoltà la formazione di coach ‘Cico’ Sacchi, che alla fine nonostante qualche sofferenza riesce a strappare un successo meritato. I primi due quarti sono vissuti con continui strappi da una parte e dall’altra. Broni in più occasioni si è trovata con una decina di punti di vantaggio, però le lecchesi hanno sempre risposto grazie anche ad una difesa molto tosta, a volte al limite del regolamento. Il ritorno di Agnese Soli è stato determinante: la play umbra è stata il faro della regia dimostrando di essere una gran giocatrice, così come Virginia Galbiati (17), la capitana Arianna Zampieri (12) e la solita Maaja Bratka (20). Nel primo tempo la OMC ha cercato soprattutto soluzioni dalla lunga distanza, oppure di lanciare palloni lunghi per favorire i contropiede che portavano sempre a canestro. Quando Costa ha preso le contromisure la situazione si è fatta più complicata: stringendo le maglie della difesa, le biancorosse di coach Pirola hanno rimesso in piedi la partita, (38-37 al 20’). Dopo l’intervallo lungo la sfida è stata più fisica, Broni però non perde la testa ed è sempre rimasta in controllo, permettendo alle ospiti di mettere il naso avanti solo in un paio di occasioni. Nel finale Angela Dettori piazza il canestro decisivo, a quel punto, spinta anche da un palazzetto che ancora una volta ha risposto presente, la Omc allunga (59-52 al 35’) e in progressione fino al termine infila ancora più di 70 punti. Broni vince la quarta partita di fila dimostrando carattere e concentrazione per 40 minuti. Adesso il lavoro continua, sabato prossimo si va in trasferta a Villafranca di Verona contro l’Alpo, partita difficile. 

(Lunedì 2 Novembre 2015)

OMC, al Brera derby lombardo con Costa

BRONI. Secondo derby lombardo in questa stagione per la OMC Broni, che domenica sul parquet del PalaBrera ospiterà la neo promossa B&P Costa Masnaga di coach Pirola. Già incontrata a settembre in Coppa Lombardia, le lecchesi sono una formazione aggressiva, con elementi esperti per la categoria affiancate a rotazione da giocatrici futuribili provenienti dal proprio importante settore giovanile. Occhi puntati sulla guardia ex biancoverde Masha Maiorano (con Broni ha conquistato l’A2 nella stagione 2002/2003), dai lunghi trascorsi in serie A1 che ha trascinato la squadra lo scorso anno alla promozione ed oggi rappresenta il punto di riferimento per le sue compagne tra le quali troviamo la play Michela Longoni (classe ’91), la guardia Sara Canova ('89) proveniente in estate da Ragusa, la pivot Marta Meroni (’93) e un altra ex Broni l’ala Lara Tagliabue (’89). Costa Masnaga arriva in Oltrepò con 4 punti, frutto delle vittorie con Cagliari all’esordio e in trasferta con Crema e dalla sconfitta casalinga della settimana scorsa contro Pordenone. In casa Broni tutte a disposizione per coach ‘Cico’ Sacchi, rientra anche la play Agnese Soli dopo che una fastidiosa otite l’ha tenuta ai box per due turni: “Purtroppo sono quelle cose lunghe da curare – spiega Agnese -, ma è tutto più o meno risolto. Le tre vittorie portate a casa fanno sicuramente bene all’umore e alla tranquillità della squadra ma sappiamo di dover affrontare ogni partita con concentrazione. Costa è una squadra tosta e sappiamo che anche sul piano fisico sarà una sfida impegnativa. In questa settimana abbiamo lavorato bene in palestra finalizzando il tutto per domenica, averci già giocato contro in coppa può solo aiutarci ad interpretare al meglio la partita e a cosa andiamo incontro”. L’appuntamento per il Popolo Biancoverde è per domenica 1 novembre al PalaBrera alle ore 18:00, arbitreranno Spinelli Jacopo di Cantù (CO) e Spinello Riccardo di Marnate (VA).

(Venerdì 30 Ottobre 2015)