(Gennaio 2016)

OMC, a Costa arriva la 17'vittoria di fila

COSTAMASNAGA-BRONI 72-81 (20-16 ; 11-22 ; 18-23 ; 23-20)

P&P: Longoni 18, Canova 12, Ristic 17, Misto’ 2, Novati ne, Polato ne, Meroni, 8, Pozzi 6, Maiorano 9. All. Pirola

OMC: Galbiati 22, Pavia 14, Dettori 9, Bratka 7, Savini ne, Landi ne, Richter 6, Zampieri 8, Bonvecchio 5, Soli 10. All. Sacchi

Note: tiri liberi CostaMasnaga 17/22 , Broni 16/21

COSTAMASNAGA (LC). E sono diciassette su diciassette per la OMC che espugna anche il campo di Costa Masnaga. Partita difficile come da previsione, alla fine prevalgono le individualità della formazione biancoverde. Dopo tre minuti di assoluto equilibrio, con le due squadre che non trovano il canestro, le padrone di casa firmano il primo vantaggio al 7’ (12-10) con una tripla di Longoni, cui ne fanno seguito altre tre (Ristic, Maiorano e ancora Longoni): i tiri dai 6.75 determinano il primo mini break della sfida. La formazione di coach Sacchi soffre come all’andata la fisicità e la difesa delle lecchesi che limitano le penetrazioni a canestro, quando Broni si presenta in zona pitturata purtroppo non sempre trova la soluzione migliore (20-16 al 20’). Nel secondo quarto la OMC entra in campo con maggior convinzione, chiude le maglie della difesa e trova delle buone soluzioni da sotto con Dettori, ben servita da Soli, mentre Galbiati piazza le solite stoccate e quando non trova la soluzione serve Bratka che però non sempre riesce a girarsi a canestro. Dopo l’intervallo lungo Broni continua a tenere alti i ritmi anche se CostaMasnaga continua a lottare su tutti i palloni, difendendo quando serve anche a tutto campo. La tripla di Dettori, poi un canestro della nuova arrivata Richter, quindi Soli dall’angolo sul limite dei 24 secondi permettono alle biancoverdi di mantenere un prezioso margine di vantaggio sui dieci punti. Nell’ultimo periodo Costa difende forte e a 50 secondi dalla sirena con una tripla torna a meno 5 (70-75). Nel finale le lecchesi ricorrono al fallo sistematico ma Galbiati, Soli e Pavia non sbagliano dalla lunetta e firmano il successo. Costa perde gli ultimi palloni e così a Broni non resta che recuperarli e mettere in cassaforte altri due punti determinanti per mantenere sei punti di vantaggio su Crema., seconda forza del campionato. (Lunedì 1 Febbraio 2016)

A2: La OMC in trasferta a Costa Masnaga

BRONI. Altro derby lombardo per la capolista OMC, che domenica sarà impegnata in trasferta contro la B&P CostaMasnaga di coach Pirola. Le lecchesi sono una formazione aggressiva, con elementi esperti per la categoria affiancate a rotazione da giocatrici provenienti dal proprio importante settore giovanile. Occhi puntati sulle  guardie Masha Maiorano (15,6 punti di media) e Katarina Ristic (14,6) che rappresentano il punto di riferimento per le compagne tra le quali troviamo la play Michela Longoni (classe ’91), la guardia Sara Canova ('89) e la pivot Marta Meroni (’93). Costa Masnaga è reduce dalla vittoria a Pordenone e con 14 punti in classifica è rientrata pienamente in lotta per i play off. In casa Broni ancora fuori Landi e Vanin, ma con la certezza del nuovo innesto Alice Richter arrivata mercoledi. “Sarà un ulteriore banco di prova – commenta coach ‘Cico’ Sacchi -, Costa in casa propria ha dato del filo da torcere a tutti, poi con l’arrivo di Ristic a dicembre è tornata meritatamente in zona play off, dunque concentrazione per quaranta minuti. In questi giorni abbiamo preparato bene la sfida e aiutato Alice ad inserirsi nella meccanica di squadra il più in fretta possibile”. L’appuntamento per il Popolo Biancoverde è per domenica alle ore 18:00 alla Palestra di via Verdi a CostaMasnaga (LC), arbitreranno Gianluca Cassiano di Fiumicino (RM) e Matteo Spinelli di Roma. (Venerdì 29 Gennaio 2016)

A2: A Broni la Final Four di Coppa Italia

Sarà il Palaverde Gianni Brera di Broni ad ospitare la Final Four di Coppa Italia Serie A2 il prossimo 5/6 marzo. La notizia è arrivata nella mattinata di giovedi dopo che il Consiglio Direttivo della LegA Basket Femminile ha ufficializzato la sede della manifestazione. Si affronteranno sabato 5 marzo in semifinale le padrone di casa della OMC Broni contro Ferrara e La Spezia contro Crema, domenica 6 marzo la finalissima che assegnerà la Coppa. “E’ un onore l’assegnazione di questa manifestazione - spiega il direttore sportivo Gianluca Caraffini, che assieme al presidente Bruno Cipolla formerà il comitato organizzatore -, una dimostrazione di fiducia da parte dei massimi organi federali della pallacanestro femminile nazionale, probabilmente per la crescita che abbiamo avuto in questi ultimi anni, per la serietà che abbiamo dimostrato nei confronti di tutto l’ambiente. Speriamo di offrire al pubblico delle finali uno spettacolo all’altezza della competizione. Invito tutti gli appassionati di basket bronesi, gli enti pubblici e privati, a darci una mano perché vogliamo proporre un evento carino, divertente, che possa richiamare tanti tifosi per assistere a queste tre partite. – aggiunge Caraffini - Naturalmente mi auguro che la Coppa possa rimanere qui, nella bacheca del PalaBrera. Mentre le ragazze continueranno a lavorare seriamente per il campionato, noi dirigenti penseremo anche alla Coppa. Ci stiamo già comunque muovendo da diversi giorni, cioè da quando abbiamo presentato la candidatura alla Lega. Sarà un banco di prova per vedere se, come società, saremo in grado di fare un eventuale salto verso il massimo campionato”. Ovviamente anche la città si congratula col sodalizio biancoverde: “Complimenti alla società, al presidente Bruno Cipolla e allo staff da parte dell’Amministrazione Comunale – dice l’assessore allo sport Antonio Riviezzi -. E’ un risultato importante perché dà prestigio alla città di Broni. Siamo a completa disposizione dei dirigenti per organizzare al meglio l’evento”. 

(Giovedì 28 Gennaio 2016)

A2: OMC, arriva Alice Richter

UFFICIALE. Alice Richter è una nuova giocatrice della OMC Broni, lo comunica la Società dopo aver raggiunto un’accordo fino a fine stagione con l’ala/pivot triestina. Classe 1991, 185 cm, Alice arriva dall'Ecodent Alpo dove è stata lasciata libera dopo la 2'giornata di ritorno. È un 4-5 di grande esperienza che porterà ulteriore presenza e centimetri vicino a canestro. Si tratta di un nome importante per la categoria, basti pensare che le ultime tre stagioni le ha trascorse in serie A1 a Lucca, Ragusa e Pozzuoli con buoni minutaggi. Cresciuta nella Ginnastica Triestina, il neo acquisto biancoverde ha vestito in seguito le maglie della Libertas Bologna e della Defensor Viterbo in A2, prima di approdare nella massima categoria. Proviene da una famiglia di 'baskettari': sua madre, Graziella Biasi, ha giocato nella Ginnastica Triestina negli anni '80, mentre suo padre Pierpaolo è l'attuale presidente dell'Interclub Muggia. Mercoledì sera ha svolto il suo primo allenamento al PalaBrera dove ha conosciuto le nuove compagne e si è messa subito a disposizione di coach Sacchi per la partita di domenica a Costamasnaga. “Cercherò di entrare in punta di piedi – dice la neo biancoverde Alice Richter -, perché gli equilibri in una squadra che ha vinto così tanto sono ben radicati. Cercherò di portare positività, energia, che sono le caratteristiche che mi piace vedere nello spogliatoio e in campo. Spero che vada tutto per il meglio”. Che giocatrice sei? “Sono un ‘piccolo’ pivot – continua Alice -, più bassa rispetto alle altre che si vedono in giro. Ma mi è sempre piaciuto andare spalle a canestro, prendere e dare qualche botta. Poi amo difendere, andare a rimbalzo, anche se non sdegno il tiro da fuori o la penetrazione sotto canestro”. Tra due domeniche ti ritroverai difronte la tua ex squadra, che effetto ti farà? “Sarà strano, perché ho lasciato l’Alpo in un clima molto sereno, avevo delle compagne con cui avevo legato molto, un presidente e uno staff che mi rispettava… Sarà strano ripeto, ma evidentemente il destino ha voluto così”. A marzo ci sarà la final four di Coppa Italia, cosa ne pensi? “Anche quella sarà una grande emozione. L’ho vissuta una volta a Ragusa in serie A1 e so che la Coppa è una competizione a se. Sarà un'altro stimolo per fare bene qui”. Cosa pensi del calore dei tifosi biancoverdi? “Troppo bello giocare quando c’è una tifoseria così importante ed appassionata che segue tanto la squadra – conclude Richter -. Ho conosciuto tanti tifosi, con cui ho creato un bellissimo rapporto. Spero di instaurare anche con i tifosi di Broni lo stesso bellissimo rapporto”. 

(Giovedì 28 Gennaio 2016)

A2: OMC, vittoria netta con Castelnuovo

BRONI-CASTELNUOVO 87-36 (26-4 ; 18-10 ; 20-11 ; 23-11)

OMC: Landi, Galbiati 17,Pavia 11, Dettori 7, Bratka 21, Vanin, Savini 9, Zampieri 12, Bonvecchio  10, Soli. All. Sacchi.

ECOPROGRAM: Bergante 8, Brussolo 2, Porro 13, Algeri, Palacios 2, Codispoti, Vitari, Paglia 3, Furia, Marciano 2, D’Amico 6, Scarrone. All. Balduzzi

Note: tiri liberi Broni 13/17 ; Castelnuovo 6/10

BRONI. La OMC stravince il derby al PalaBrera contro l'Ecoprogram Castelnuovo, troppo netto il divario tra le due formazioni visto in campo. Le biancoverdi, al sedicesimo sigillo consecutivo, rimangono saldamente in testa alla classifica con 6 punti di vantaggio su Crema, mentre Vicenza e Milano (le venete hanno vinto lo scontro diretto con le meneghine) scendono a meno 12. Broni domina sin dalla palla a due, infilando un terrificante parziale di 24-0: Bratka penetra nella difesa piemontese e quando la pivot estone viene raddoppiata, serve le solite Galbiati, Zampieri e Pavia che da fuori non si fanno pregare per infilare la retina. Castelnuovo trova il primo canestro con D’Amico quando manca meno di un minuto alla sirena del primo quarto, la partita è praticamente finita lì. Coach Sacchi, nonostante Vanin e Landi siano ancora ferme, ha fatto ruotare il roster a disposizione, bene Savini che mette a referto 9 punti e Dettori 7. Il vantaggio è andato progressivamente crescendo e la tripla di Bonvecchio dall’angolo allo scadere del secondo periodo (44-14 al 20’) è stata la classica mazzata sulle avversarie. La forza di Broni è anche di mantenere alta la concentrazione per quaranta minuti contro squadre, come Castelnuovo, che occupano la parte medio bassa della classifica. Domenica prossima trasferta a Costamasnaga, intanto in settimana si conoscerà la sede della prossima Final Four di Coppa Italia. (Lunedì 25 Gennaio 2016)

A2: OMC, al Brera derby con Castelnuovo

BRONI. Terza giornata di ritorno per la capolista OMC che domenica affronterà in un derby inedito al PalaBrera l’Ecoprogram Castelnuovo Scrivia. Guidate da coach Balduzzi, le giraffe sono reduci da un importante successo casalingo contro Selargius che le ha portate a otto punti in classifica. Roster di giocatrici giovani e d’esperienza che comprende le ex biancoverdi Francesca Bergante (7,1 punti di media) e Clara D’amico (6,9), attenzione alla play classe ’95 Giulia Porro (11,3) e all’ala italo/argentina Florencia Palacios (10,1). Non sarà della partita per infortunio al ginocchio la top scorer della squadra (11,5) la guardia Silvia Gabba, sotto canestro invece troviamo la giovane Annalisa Vitari (classe ’96) che viaggia con un 7,7 di media. In casa Broni la settimana è iniziata a ranghi ridotti: Vanin ai box almeno per un altro mese, mentre stanno recuperando dalle distorsioni alle caviglie sia Savini che Landi, la prima sarà sicuramente disponibile già nella sfida con Castelnuovo. "Le piemontesi sono una squadra da rispettare - dice il ds Gianluca Caraffini -, verrano a Broni per fare bene. Hanno un roster competitivo per la categoria, un po' di ambientamento iniziale e qualche infortunio di troppo le ha limitate in classifica, quindi massima concentrazione da parte nostra per continuare la striscia di vittorie". L’appuntamento per il Popolo Biancoverde è per domenica 24 gennaio alle ore 18:00, arbitreranno Riccardo Falcetto di Torino e Meloni Alessandro di Salsomaggiore Terme (PR). (Venerdì 22 Gennaio 2016)

A2: Battuta Milano, la cavalcata continua

MILANO-BRONI 57-66 (13-15 ; 9-19 ; 23-18 ; 12-14)

SANGA: Da Silva 10, Pozzecco 9, Martelliano 9, Perini ne, Ruisi 2, Maffenini 12, Rossi, Giulietti ne, Taverna ne, Albano 2, Picotti 13, Galiano ne. All. Pinotti

OMC: Lando ne, Galbiati 18, Pavia 17, Crespi ne, Dettori, Bratka 7, Vanin ne, Savini ne, Zampieri 20, Bonvecchio, Soli 4. All. Sacchi

Note: tiri liberi Milano 12/17 ; Broni 18/24

MILANO. In un PalaIseo invaso dai tifosi biancoverdi, la capolista OMC conquista la quindicesima vittoria consecutiva contro il Sanga Milano e porta a dieci le lunghezze sulla terza forza del campionato. Broni mette subito la testa avanti e la mantiene senza grossi problemi per tutta la partita, solo nel finale le padrone di casa si avvicinano, ma le biancoverdi tengono a distanza e portano a casa altri due punti. Venendo all’aspetto tecnico tattico, le biancoverdi hanno dimostrato la solita duttilità cercando di trovare sia soluzioni dalla lunga distanza che in penetrazione quando la difesa milanese lasciava qualche spiraglio. Galbiati e Pavia piazzano tre triple quasi determinanti, mentre in penetrazione ci pensa la capitana Zampieri (20 punti a referto e top scorer della sfida), monumentale la sua prestazione in trenta minuti giocati. Dall’altra parte Milano rimane agganciato grazie alle conclusioni di Maffenini, che piazza due triple da quasi 7 metri nell’ultimo quarto che porta sotto i dieci punti il divario. Alla fine comunque Broni è sempre padrona delle operazioni, trova sempre la soluzione migliore e chiude con nove punti di vantaggio non dando mai l’impressione di andare in difficoltà. Domenica prossima al PalaBrera arriva Castelnuovo Scrivia per un derby inedito che si annuncia molto interessante, dopo la vittoria delle Giraffe in casa contro Selargius. (Domenica 17 Gennaio 2016)

A2: La OMC in trasferta a Milano

BRONI. Tempo di trasferta per la capolista OMC di coach ‘Cico’ Sacchi, questa volta a Milano per un derby lombardo che si annuncia impegnativo contro la terza forza del campionato. Le milanesi hanno nella guardia Giulia Maffenini (17,2 punti di media e top scorer), nella play Federica Pozzecco (11,1) e nella pivot portoghese Lavinia Da Silva (10,4) i perni del roster di coach Ugo Pinotti. Attenzione inoltre alla classe ‘95 (arrivata da poco dalla Castel Carugate) Valentina Ruisi, alle ali Martina Picotti (8,2) e Roberta Martelliano (8,0 ) che portano sostanza ed esperienza. Venti punti in classifica per il Sanga che è reduce dal successo in Sardegna contro Selargius. In casa Broni dopo la vittoria sofferta con Marghera la squadra si è subito messa al lavoro per preparare la sfida di sabato: “Non è stata una partita semplice – spiega la guardia biancoverde Enrica Pavia -, all’inizio abbiamo imposto il nostro gioco ma poi per merito delle avversarie la sfida è cambiata, anche se c’era la netta sensazione di poterla controllare. Sicuramente queste partite servono per poterci preparare al meglio alle battaglie chi ci aspettano tra un paio di mesi. Quattordici vittorie consecutive non sono certo casuali – continua Enrica -, sono il frutto di un gruppo che ha voglia di lavorare, sudare e soprattutto fame di vittoria. In settimana si è lavorato bene, siamo cariche in vista di questo derby che non sarà per nulla semplice”. L’appuntamento per il Popolo Biancoverde che seguirà in massa la squadra, è per sabato 16 gennaio alle ore 18:00 al PalaIseo di Milano, arbitreranno Francesco Menegalli di Monselice (VR) e Stefano Gallo di Monselice (PD). (Venerdi 15 Gennaio 2016)

La OMC fa 14, superata anche Marghera

BRONI-MARGHERA 78-73 (29-12 ; 17-17 ; 20-26 ; 12-18)

OMC: Landi 11, Galbiati 20, Pavia 19, Crespi ne, Dettori, Bratka 8, Vanin ne, Savini, Zampieri 12, Bonvecchio 2, Soli 6. All. Sacchi 

RITTMEYER: Nicolini 19, Chicchisiola ne, Mattiuzzo 12, Striulli 17, Zussino 8, Fabris 14, Castria 1, Biancat Marchet 2, Trevisanato, Baldi. All. Iurlaro 

Note: tiri liberi Broni 11/20 ; 10/15

BRONI. E’ il quattordicesimo sigillo consecutivo per la OMC, ma domenica sera, a differenza delle altre volte i tifosi del PalaBrera hanno trepidato fino all’ultimo secondo, perché Marghera si è confermata avversario ostico, che sta attraversando un buon momento di forma e merita il quinto posto in classifica. Un successo ottenuto soprattutto con il cuore ed il carattere dalle ragazze di coach ‘Cico’ Sacchi, che hanno dimostrato di essere pronte in qualsiasi situazione. Broni è partita a razzo mettendo a referto 29 punti nei primi 10 minuti, con una Galbiati come sempre determinante: suoi i primi sette punti delle biancoverdi. Intensità in difesa, fluidità in attacco, sotto la solita sapiente regia di Agnese Soli, oramai una certezza per i tifosi sugli spalti che apprezzano le sue verticalizzazioni e la sua circolazione di palla. Dopo un secondo quarto estremamente equilibrato (17-17), ad inizio ripresa la partita si riapre improvvisamente perché Broni non trova più la retina e Marghera difende a tutto campo. Le ragazze di Iurlaro sfruttano la fisicità di Nicolini, poi rimangono in corsa grazie a tre triple di fila (Mattiuzzo chiude con 3 su 5) e il divario di 17 punti si riduce sino al -10. La sfida è riaperta ed i tifosi capiscono che la squadra ha bisogno del loro sostegno, i decibel all’interno del PalaBrera crescono con il passare dei minuti. Mentre sul parquet le due formazioni continuano a rincorrersi, anche se Broni rimane sempre davanti, è ancora una volta Galbiati ad estrarre dal cilindro un paio di giocate che fanno andare in delirio il pubblico. Nel finale Marghera ricorre al fallo sistematico, ma la OMC gestisce palla fino alla sirena. Sabato derby lombardo in trasferta contro il Sanga Milano, attualmente terza forza del campionato. (Lunedi 11 Gennaio 2016)

OMC, 1'di ritorno al Brera con Marghera

BRONI. Prima giornata di ritorno per la capolista OMC Broni, a scendere domenica sul parquet del PalaBrera è la Rittmeyer Marghera di coach Iurlaro. Le veneziane sono una formazione giovane e da neopromossa sta facendo un buon campionato, il girone di andata è stato chiuso al quinto posto in classifica con 16 punti e sono reduci dalla vittoria casalinga contro Pordenone. Marghera ruota attorno ad Erika Striulli (12,8 punti di media), play importante di ‘altra categoria’ che sa mettere ritmo a tutta la squadra. A fianco troviamo le guardie Irene Mattiuzzo (top scorer con 15,3 punti) e Laura Nicolini (9,5) dotate tutte e due di un ottimo tiro, sotto canestro attenzione alla pivot d’esperienza Carla Fabris (11,7). In casa Broni dopo la vittoria di mercoledi, la squadra è tornata subito in palestra per preparare la sfida con Marghera: “Siamo cresciuti partita dopo partita in questo girone di andata – spiega coach ‘Cico’ Sacchi -, la cosa che ci contraddistingue è che non si molla di un cm neanche con il risultato acquisito, chiunque è in campo vuole dimostrare di essere all’altezza delle compagne e del gruppo, quindi si impegna a fondo. Durante le vacanze abbiamo lavorato bene, pur cercando di ricaricare le batterie. Domenica torniamo già in campo contro una formazione che fino ad ora si è dimostrata molto valida e merita la posizione cui occupa in classifica, in questi pochi giorni cercheremo di prepararla nei dettagli la partita”. L’appuntamento per Popolo Biancoverde è per domenica 10 gennaio alle ore 18:00, arbitreranno Barbagallo Lucia Giovanna di Milano e Bettini Chiara di Milano. (Venerdi 8 Gennaio 2016)

A2: OMC, con Bolzano sono 13 su 13

BRONI-BOLZANO 83-48 (15-10 ; 22-11 ; 25-17 ; 21-10) 

OMC: Landi 15, Galbiati 14, Pavia 10, Dettori  5, Bratka 16, Vanin ne, Savini 4, Zampieri 5, Bonvecchio 8, Soli 6, Crespi. All. Sacchi 

ITAS AEW: Ribeiro da Silva 5, Di Blasi, Giordano 9, Cela 3, Zambarda 13, Mora 2, Desaler 4, Piotrkiewicz 6, Pobitzer 6, Zelger, Venturini. All. Bazzan 

Note: Tiri Liberi Broni 10/16 ; Bolzano 14/22

BRONI. Dalla calza della Befana esce il tredicesimo successo consecutivo, la OMC supera nettamente l’Itas Aew Bolzano confermandosi solitaria in testa alla classifica e chiudendo il girone di andata da imbattuta. La formazione di coach ‘Cico’ Sacchi parte un po’ al rallentatore, complice una difesa aggressiva delle altoatesine che provano a chiudere i varchi. Ma non appena le biancoverdi trovano lo spiraglio giusto servono palloni invitanti sotto canestro per Bratka che non ha grosse difficoltà a segnare. Vantaggio ospite 8-9 al 6’, da lì in poi col passare dei minuti Broni diventa padrona assoluta del campo. In contropiede le biancoverdi fanno male, perché spesso si trovano in superiorità numerica nella zona d’attacco contro una sola giocatrice avversaria che può fare ben poco contro lo strapotere di una Virginia Galbiati ancora una volta in grande spolvero. La guardia brianzola piazza i soliti canestri di pregevole fattura e infila due triple spettacolo. Sono sei punti consecutivi che danno l’allungo decisivo, Bolzano tiene viva la partita cercando di frequente il fallo ma la OMC continua a macinare gioco e il divario si dilata progressivamente: tre volte +25 (48-23 al 24’, 65-40 al 31’ e 71-46 al 34’), quindi Soli con un canestro e libero aggiuntivo firma l’81-46, massimo vantaggio della serata (+35). Le biancoverdi non hanno mollato neppure a pochi secondi dalla fine con la partita ampiamente nelle loro mani, questa è la dimostrazione della maturità raggiunta in questo girone di andata. Con la conclusione della tredicesima giornata si è anche delineata la Final Four di Coppa Italia a Rimini (5/6 marzo): semifinali Broni-Ferrara e La Spezia-Crema. Domenica prossima prima del girone di ritorno, al PalaBrera arriva Marghera. (Giovedì 7 Gennaio 2016)

A2: Mercoledì al Brera arriva la Befana

Sono tanti gli appuntamenti a Broni per questo ultimo giorno di festa, ci sono Befane per tutti i gusti. Mercoledì 6 gennaio alle ore 18:00 prima della partita tra OMC Broni e Itas Aew Bolzano, la Befana arriverà anche al PalaBrera e distribuirà a tutti i bambini presenti una calza in regalo. Un invito speciale da parte della Pallacanestro Femminile Broni 93 a festeggiare l’Epifania tutti insieme.

(Lunedì 4 Gennaio 2016)

OMC, il 2016 inizia al Brera con Bolzano

BRONI. Ultima del girone di andata e prima del 2016 per la truppa biancoverde di coach ‘Cico’ Sacchi, che mercoledì 6 gennaio cercherà la tredicesima vittoria consecutiva ospitando al PalaBrera la Itas Aew Bolzano. Guidata da coach Bazzan le altotesine sono reduci da due importanti vittorie consecutive (la prima in trasferta ad Alpo, la seconda in casa con Milano) che le colloca al decimo posto con otto punti in classifica. Sono una formazione ostica che ha giocatrici d'esperienza soprattutto nei ruoli chiave grazie all’apporto delle play classe ’89 Viviana Giordano e Safy Fall assieme alle 30enni Ribeiro Elizabeth (10,5 di media) e Karolina Piotrkiewicz (8,8), pivot polacca al rientro dopo un anno di stop per maternità. Le esterne sono Elena Zambarda (top scorer con 14,9 punti di media) e Ribeiro Madalena (3,6) che si dividono il minutaggio e le responsabilità offensive nel quintetto biancorosso. In questo girone di andata Bolzano ha puntato molto anche sulla giovane ala e prodotto locale Alexa Pobitzer (classe ‘98). In casa Broni dopo la pausa Natalizia e qualche giorno di vacanza per tutte, la squadra ha ripreso ad allenarsi a ranghi completi con doppie sedute dopo capodanno. Recuperata Arianna Landi dopo il problema alla spalla, per Giulia Vanin invece, che resta ancora ai box, i tempi di recupero saranno resi noti nei prossimi giorni. Ma il problema al ginocchio destro richiederà tempo, quindi la società fa sapere che prenderà una decisione solo dopo aver valutato l’esatta entità dell’infortunio. L’appuntamento per il Popolo Biancoverde è per l’Epifania al PalaBrera alle ore 18:00, arbitreranno Cristina Mignogna di Milano e Sara Canali di Gandino (BG). (Lunedì 4 Gennaio 2016)