(Febbraio 2015)

A2: Broni-Ferrara per l'ultima di andata

BRONI. Archiviata la bella vittoria di Alpo, per la Omc è tempo di tornare al PalaBrera davanti al proprio pubblico dove ospiterà la Pff Group Ferrara per la quinta e ultima giornata di andata della poule promozione. Una sfida che si preannuncia difficile ma stimolante, le biancoverdi sono in cerca di conferme e soprattutto di continuità di risultati. L’avversaria: guidata da coach Iurlaro, Ferrara ha un roster equilibrato, esperto, di grande reattività e capace di conquistare palloni da parte di tutte le giocatrici. Spicca la guardia italo/argentina Rosset Macarena con 14,3 punti di media in 30 minuti di utilizzo. Sul perimetro troviamo la play Chiara Mini (7,3) giocatrice completa che in questa stagione si sta facendo apprezzare anche con un buon tiro da oltre l’arco e dall’ala salernitana Liliana Miccio (10,9) che da due stagione in biancorosso sta dimostrando tutto il suo valore. L’esperta Erika Aleotti è il primo cambio delle esterne, mentre sotto canestro troviamo Rulli Giulia (13,6) e Rosier Jomanda (7,7). Qui Broni: settimana col morale alto per le ragazze di coach Cico Sacchi che ha voluto intensità nelle sedute in palestra e tanta concentrazione, bene anche l’ultima arrivata in casa biancoverde, cui sono bastate tre partite per conquistare i tifosi e le compagne: “Sono ottimista – dice il centro Dunja Vujovic –, è vero che non si dice mai niente in anticipo, ma penso che la partita contro Alpo ci abbia sbloccato, soprattutto a livello di difesa dove siamo state molto solide. Se continuiamo su questa linea difensiva l’attacco verrà spontaneo. Sono soddisfatta della mia prestazione nell’ultima partita – continua Dunja -, il coach mi ha concesso dei minuti in più che mi sono guadagnata, una fiducia che è stata ripagata anche in attacco. Con Ferrara sarà una partita difficile ma ce la metteremo tutta per conquistare i due punti”. L’appuntamento per il Popolo Biancoverde è per domenica 1 marzo alle ore 18:00 al PalaBrera, arbitreranno Puccini Paolo e Gonella Edoardo di Genova. (Venerdì 27 Febbraio 2015)

A2: Omc, bella vittoria contro l'Alpo

ALPO-BRONI 52-65 (16-10 ; 14-13 ; 9-18 ; 13-24)

Ecodent: Toffali 4, Rossi 14, Ruffo 2, Zanella 5, Bottazzi, Pavanello, Zanardelli, Fumagalli 13, Carraro 2, Terenzi 2, Monica 10, Borsetto ne. All. Soave

Omc: Goergieva 8, Accini 3, Pavia, Borghi, Corradini 6, De Pretto 26, Bonvecchio, Vujovic 18, Bona 4, Rossi ne, Savini ne. All. Sacchi

Note: tiri liberi Alpo 11/16 ; Broni 27/39

VILLAFRANCA (VR). La Omc espugna il campo di Villafranca di Verona: finisce 52-65 per le biancoverdi, è la prima vittoria nella poule promozione. Un successo che dà soprattutto morale alla truppa biancoverde, che nell’ultimo quarto riesce a prendere il comando delle operazioni e chiude in scioltezza. Ma, come previsto alla vigilia, l’Ecodent Alpo si è rilevato avversario ostico. Dopo un avvio equilibrato (9-9), la formazione veronese piazza subito un break e a cavallo tra la fine del primo quarto e l’inizio del secondo arriva al massimo vantaggio (21-10). Broni reagisce, tornando a meno tre (21-18), ma nel finale di tempo l’Alpo allunga ancora (30-23). Le giocatrici di coach Soave tirano da ogni posizione, difendo in modo aggressivo, mettendo in difficoltà la Omc. La ripresa prosegue sulla falsa riga, finché Broni mette la testa avanti per la prima volta (33-34). A questo punto le ragazze di coach Cico Sacchi si convincono delle proprie possibilità e iniziano una partita diversa cercando con più convinzione il canestro, ottima Valeria De Pretto che ne mette a referto 26. Nell’ultimo periodo sale in cattedra tutta la squadra, ma in particolare Dunja Vujovic che fa valere fisicità e centimetri in difesa e si fa sentire sotto le plance in attacco mettendo a segno i punti decisivi. Il centro è l’assoluta protagonista della vittoria Omc, riesce a dare sicurezza ai reparti trascinando con sé anche le compagne. Broni finalmente si sblocca conquistando due punti meritati in trasferta davanti ai tanti tifosi biancoverdi giunti ad Alpo per sostenere le ragazze. Ora si attendono conferme, domenica prossima al PalaBrera arriva Ferrara. (Domenica 22 Febbraio 2015)

A2: Omc, sabato trasferta a Villafranca

BRONI. Trasferta veronese per la truppa di coach Cico Sacchi che sarà impegnata sabato sera a Villafranca di Verona contro l’Ecodent Alpo Basket. L’avversaria: guidata da coach Soave, le biancoblu sono una delle tre neopromosse in A2 qualificate per la Poule Promozione. Formazione giovane quella veronese che fanno della corsa e dell’intensità la loro arma migliore ed è quella che, soprattutto tra le mure amiche, possono infastidire chiunque. Attenzione alla coppia esperta di playmaker, Giulia Monica (15,5 punti di media) e Anna Rossi (9,2). Le guardie Zanella Maria (7.9) e Borsetto Elena (4,4), l’ala Fumagalli Marina (5,0) e il centro Terenzi Chiara (6.5) completano un quintetto molto pericoloso. In casa Broni la settimana è iniziata con sedute atletiche al mattino e tecniche alla sera. Recuperata Elisa Borghi dopo l’influenza, lo staff ha lavorato soprattutto sullo stato mentale per ricompattare il gruppo dopo le quattro sconfitte consecutive: “Ci siamo allenate bene – dice la pivot bulgara Dimana Georgieva -, sono sicura che sabato faremo bene. È un periodo che ci gira tutto storto… contro Bologna gli errori in difesa e in attacco nel finale ci sono costati la partita, bisogna trovare la continuità in tutti i 40 minuti e i risultati arriveranno di conseguenza”. Palla a due ore 20:30 alla Palestra Alpo di via Piazzola, arbitreranno Balducci Giuseppe di Valvasone (PN) e De Biase Stefano di Udine. (Venerdì 20 Febbraio 2015)

A2: Omc, in volata la spunta Bologna

BRONI-BOLOGNA 51-55 (21-12 ; 4-6 ; 12-16 ; 14-21)

Omc: Georgieva 7, Accini 2, Pavia 8, Corradini 12, De Pretto 16, Bonvecchio 4, Vujovic 2, Bona, Borghi ne, Rossi ne. All. Sacchi

Meccanica Nova: Landi 4, D’Alie 20, Silva 12, Cigliani 9, Santarelli 7, Cordola 1, Vian 2, Torresani ne, Venturi ne, Andrè ne, Poletti ne. All. Lolli.

Note: tiri liberi Broni 11/16 ; Bologna 13/17

BRONI. La Omc rimedia la terza sconfitta consecutiva nella poule promozione, dopo Ariano Irpino la settimana scorsa, la Meccanica Nova Bologna espugna il PalaBrera lasciando la formazione biancoverde a quota zero in classifica. Una partita in cui la squadra di Cico Sacchi ha mostrato certi limiti rispetto alle avversarie, che non hanno mai mollato e alla fine sono state più lucide nei momenti chiave. Eppure la partenza era stata confortante, con una buona intensità e circolazione di palla efficace, tanto da meritare il vantaggio di nove punti alla fine del primo periodo (21-12). Poi si è spenta la luce in attacco: la Omc è rimasta 8’28” senza segnare, prima di trovare un canestro di Accini. La buona difesa ha comunque permesso di contenere le ospiti e di arrivare alla pausa lunga avanti di sette (25-18). Nella ripresa invece le biancoverdi hanno iniziato a perdere i colpi e neppure i frequenti cambi hanno smosso le acque. Le emiliane limitandosi a fare il proprio compito sono state capaci di far pendere la bilancia dalla propria parte. Due triple fotocopia dall’angolo hanno mandato in frantumi le speranze di Broni (38-44) a poco più di cinque minuti dalla sirena. Scesa a meno cinque (41-46) Broni è riuscita a ricucire lo strappo e nella parte finale è rimasta ad un solo possesso dalle bolognesi. La Omc ha fatto ricorso al fallo sistematico: una precisa D’Alie (6/9 dalla linea dei liberi) ha permesso a Bologna di arrivare sul 50-53. Dalla parte opposta, quando mancavano tre secondi, Corradini subiva fallo, segnava il primo libero, poi sbagliava intenzionalmente il secondo, ma il rimbalzo era della formazione ospite. Nuovo fallo di Broni e D’Alie dalla lunetta chiudeva i conti.  Un'altra partita da dimenticare in fretta. Un peccato soprattutto per il tanto pubblico che ha risposto presente, incitando le ragazze fino al 40’ ma che alla fine era deluso per una prestazione decisamente sotto tono. Dopo due sfide casalinghe, sabato prossimo Broni farà visita all’Alpo, formazione di Villafranca di Verona. (Lunedì 16 Febbraio 2015)

A2: Omc, cercasi riscatto con Bologna

BRONI. Dopo le sconfitte nelle prime due giornate di Poule Promozione, la Omc è in cerca di riscatto ospitando domenica al PalaBrera la Meccanica Nova Bologna. Formazione giovane e talentuosa quella di coach Lolli: la punta di diamante è la play italo/americana D’alie Marie arrivata in questa stagione dalla Carpedil Salerno, attualmente ha 13,7 punti di media con un 54,2% dal campo. Sul perimetro ci sono la guardia Landi (6,8) e l’ala Cigliani (10,9), sotto canestro ruotano la pivot Elisa Silva (7,5) e Gloria Vian (11,0). Dalla panchina si alzano anche l’ala/pivot Cordola Ilenia che è nel giro della Nazionale U20 e la play/guardia Francesca Santarelli che è dotata di un buon tiro dalla lunga distanza. In casa biancoverde la settimana è iniziata con un confronto tra staff tecnico e giocatrici per capire i motivi delle ultime prestazioni: “Penso sia stato utile – dice la guardia vogherese Elisa Borghi -, perché sono emersi elementi per uscire da questo momento difficile. Domenica scorsa è mancata la giusta cattiveria quando l’inerzia della partita era passata dalla parte nostra sul meno uno. La squadra non molla, il gruppo è compatto e vogliamo subito riscattarci contro Bologna davanti ai nostri tifosi. Ci siamo allenate bene questa settimana, compresa l’ultima arrivata Vujovic che sta tentando d’inserirsi nelle nostre dinamiche di gioco nel minor tempo possibile.” L’appuntamento per il Popolo Biancoverde è per domenica 15 febbraio alle ore 18:00, arbitreranno Papini Stefano di Pistoia e Massafra Antonio di Firenze. (Venerdì 13 Febbraio 2015)

A2: Omc, al Brera passa Ariano Irpino

BRONI-ARIANO IRPINO 50-66 (7-15 ; 16-21 ; 14-10 ; 13-20)

Omc: Georgieva 10, Accini 6, Pavia 3, Borghi 6, Corradini 1, De Pretto 12, Vujovic 4, Bonvecchio, Bona 8, Fanaletti ne. All. Sacchi

Mcs: Narviciute 11, Santabarbara 6, Madonna 9, Vargiu 5, Chesta 15, Dominguez 5, Mancinelli 8, De Luca, Cifaldi ne. All. Ferrazzoli

Note: tiri liberi Broni 8/12 ; Ariano 7/8

BRONI. Seconda sconfitta consecutiva nella poule promozione per la Omc, che rimane a quota zero assieme alla Meccanica Nova Bologna, prossima avversaria al PalaBrera. Le biancoverdi rimangono in balia delle campane per oltre 25 minuti, poi hanno un sussulto di orgoglio: la difesa a tutto campo consente di rimettersi in carreggiata tornando ad un solo possesso di distacco, quando due bombe consecutive di De Pretto e Borghi siglano il meno uno (47-48 al 36’). Ma i sogni di gloria delle oltrepadane si spengono in un amen con un contro break di 7-0 per la formazione di coach Ferrazzoli. Ariano Irpino nella prima porzione di gara è fuori portata per la Omc, che dopo un discreto avvio (7-2), subiscono, a cavallo dei primi due quarti, un parziale di 20-0, non trovando più il canestro per oltre sette minuti. Le ospiti continuano a segnare da ogni posizione, trovando il canestro con azioni fluide, mentre Broni perde rapidamente la bussola, infrangendosi contro l’attenta difesa campana e forzando le conclusioni al limite dei 24 secondi. Solo qualche penetrazione sotto canestro di Giulia Bona (8 punti, con 4 su 5 al tiro) limita un passivo che rischia di diventare pesante. Dopo l’intervallo lungo le ospiti comando ancora le operazioni, Broni deve rincorrere e quando mancano quattro minuti sembra aver trovato il bandolo della matassa, ma, come ricordato in precedenza, è il classico fuoco di paglia. Ariano Irpino non si scompone minimamente e nel volgere di un paio di azioni mette la parola fine all’incontro, conquistando meritatamente i suoi primi due punti. Le ospiti sono sempre pronte a risolvere le situazioni più complicate, mentre Broni non ha ancora trovato la giusta chimica, e anche l’inserimento di Dunia Vujovic, comunque positiva la sua prova, non basta a far cambiare marcia alla squadra. Unica nota lieta della serata il numeroso pubblico che ha occupato le tribune del PalaBrera, in particolare da segnalare la presenza di una cinquantina di ragazzine del Progetto Femminile Città di Piacenza. (Lunedì 9 Febbraio 2015)

A2: Arriva Vujovic a rinforzare la Omc

BRONI. Ufficiale, Dunja Vujovic è una giocatrice della Omc Broni. Lo comunica la Società dopo aver trovato l’accordo con l’ala/pivot classe 1987 fino al termine della stagione. In questa prima parte di campionato, Vujovic (188 cm) ha indossato la maglia del Sanga Milano con una media di 11,4 punti e 10,3 rimbalzi in 14 partite giocate. Dal 2006 è nella serie A2 italiana, con una parentesi in serie A3 a Valmadrera nel 2009/2010. Dunia sarà subito a disposizione di coach Cico Sacchi e domenica potrebbe esserci il suo esordio in maglia biancoverde nella partita casalinga contro Ariano Irpino valida per la seconda giornata della Poule Promozione girone E. “È una bella sfida essere qua - spiega la neo biancoverde Dunja Vujovic -, ho colto al volo questa possibilità di poter continuare il campionato nella sua fase di vertice… ma devo ringraziare la mia ex squadra che mi ha permesso di farlo. Conosco solo Zampieri, che peraltro è fuori per infortunio, delle mie nuove compagne, cercherò d'inserirmi il più velocemente possibile. Sono pronta per domenica, spero in questi due giorni di allenamento d’imparare almeno qualche movimento per poter giocare con loro in modo abbastanza armonioso… per quello che si riesce a fare in questo poco tempo. Non vedo l’ora d’iniziare!” (Venerdì 6 Febbraio 2015)

A2: Broni ospita Ariano Irpino al Brera

BRONI. Archiviata subito la prima giornata di Poule Promozione, la Omc Broni si prepara all’esordio di domenica al PalaBrera contro la MCS Hydraulics Ariano Irpino. Il potenziale a disposizione delle irpine è di primissimo ordine, coach Ferrazzoli può schierare giocatrici di assoluto valore come le ali Marija Micovic (attesa al rientro dopo un infortunio), Alejandra Chesta (8,9 punti di media) e Gabriele Narviciute (12,1), la guardia Valentina Maggi (12,9) e la play Tayara Madonna (13,3 top scorer della squadra). Ariano è reduce da una sconfitta tra le mure amiche contro la sorprendente Ecodent Alpo Verona. In casa Biancoverde la settimana è iniziata malissimo con la notizia della scomparsa dell’amico e dirigente Antonio Bernini che ha scosso tutto l’ambiente Omc. “La squadra si è allenata regolarmente ogni giorno – spiega il dirigente responsabile Gianluca Caraffini -, ma non vedere Antonio al palazzetto è stata dura per tutti, siamo ancora scossi per quello che è successo. Domenica contro Ariano sarà una partita particolare, senza musica, senza presentazione ufficiale delle squadre… in segno di lutto. Cercheremo di conquistare i due punti per lui”. L'appuntamento per il Popolo Biancoverde è alle ore 18:00 al PalaBrera, arbitreranno Soriano Dario di Legnago (VR) e Chiodi Andrea di Teolo (PD). (Venerdì 6 Febbraio 2015)

A2: Omc, il Geas si conferma bestia nera

GEAS-BRONI 79-60 (28-18 ; 27-19 ; 12-9 ; 12-14)

Paddy Power: Arturi 19, Tognalini 6, Kacerik 11, Galli 3, Picco, Gambarini 11, Mazzoleni 4, Beretta 6, Barberis 10, Laterza 9, Giorgi. All. Zanotti

Omc: Rossi ne, Georgieva 18, Fanaletti ne, Accini 4, Pavia 4, Borghi 5, Corradini 3, De Pretto 18, Bonvecchio 4, Bona 4. All. Sacchi

Note: tiri liberi Geas 10/15 ; Broni 15/20

SESTO SAN GIOVANNI (MI). Inizia con una sconfitta l’avventura della Omc nella poule promozione girone E. Come la settimana scorsa le biancoverdi reggono per meno di un quarto poi calano sotto i colpi delle padrone di casa. Il Geas si conferma come una delle pretendenti per le prime due piazze, che daranno diritto ai playoff. Dopo un avvio equilibrato con la Omc che lotta alla pari, due bombe consecutive dall’angolo fanno volare le rossonere sul 15-9, quando mancano 5’51” alla fine del primo periodo. Le conclusioni dalla lunga distanza sono state una delle chiave del vantaggio geassino. In apertura di secondo quarto, la formazione di coach Zanotti piazza un altro 5-0 di parziale: Broni va sotto di 15 punti (33-18). Un vantaggio che le milanesi gestiscono senza grosse difficoltà, mentre la Omc ci prova ma non è precisa nelle conclusioni e, in qualche occasione, anche piuttosto sfortunata. Il Geas tiene l’acceleratore premuto fino in fondo: alla fine della prima frazione la Omc è a -18 (55-37). In avvio di secondo tempo la musica non cambia: Broni continua a litigare con il canestro, mentre Sesto arriva al massimo vantaggio (63-40). È lo strappo che in pratica mette la parola fine all’incontro. L’ultima frazione di gioco non offre alcuno spunto con le due squadre che aspettano solo la sirena finale. Ora due partite casalinghe al PalaBrera: s'inizia domenica prossima con Ariano Irpino e poi il 15 febbraio con la Libertas Bologna. (Domenica 1 Febbraio 2015)